Sei in: Home \ sala stampa \ dettaglio notizia

  

  

RICERCA: NASCE ISIS@MACH, A TOR VERGATA HUB DI LIVELLO MONDIALE

Foto_polo_europeo_leodori

Presentata oggi all’Università di Tor Vergata a Roma l’infrastruttura di ricerca Isis@Mach. La creazione di questo nodo europeo consentirà di avere grandi ricadute non solo sul sistema della ricerca, ma sulla stessa catena produttiva, e permetterà ad esempio di diminuire le importazioni di materie prime o di incentivare i processi di riuso e riciclo dei materiali. L’obiettivo finale è quello di accrescere la competitività del sistema della ricerca laziale, favorendo la nascita di un sistema industriale regionale sempre più innovativo

22/10/2019 - Presentata oggi all’Università di Tor Vergata a Roma l’infrastruttura di ricerca Isis@Mach. La creazione di questo nodo europeo consentirà di avere grandi ricadute non solo sul sistema della ricerca, ma sulla stessa catena produttiva, e permetterà ad esempio di diminuire le importazioni di materie prime o di incentivare i processi di riuso e riciclo dei materiali. L’obiettivo finale è quello di accrescere la competitività del sistema della ricerca laziale, favorendo la nascita di un sistema industriale regionale sempre più innovativo.

“La Regione Lazio è orgogliosa di aver sostenuto la nascita di questa importante partnership internazionale tra l’Università di Tor Vergata e l’ISIS Neutron and Muon Source, un’infrastruttura di ricerca di livello mondiale con sede nell’Oxfordshire, soprattutto per gli effetti che questo potrà avere sul nostro territorio, in termini di avanzamento del sistema della ricerca e sulle importanti ripercussioni sul sistema produttivo e sul tessuto imprenditoriale del Lazio – parole di Daniele Leodori,  Vicepresidente Assessore Coordinamento dell’Attuazione del programma di governo e dei Fondi Comunitari (FESR,FSE, FEASR),Rapporti istituzionali, Rapporti Consiglio Regionale, che ha aggiunto: con questo progetto abbiamo alzato l’asticella per guardare più avanti, verso il futuro. Il tutto dentro un mosaico più ampio di interventi pensati dalla Regione Lazio per favorire il mondo della ricerca e le eccellenze del Lazio. Soltanto tra il 2013 e il 2018 abbiamo stanziato quasi 300 milioni di euro per sostenere nuovi progetti in questo settore. Un impegno per la ricerca che continuerà senz’altro – ha concluso -  con la nuova programmazione unitaria 2021-2027, su cui stiamo lavorando in questi giorni”.