Sei in: Home \ sala stampa \ dettaglio notizia

  

  

CULTURA: APPROVATE GRADUATORIE PER I CONTRIBUTI DELLO SPETTACOLO DAL VIVO

Pubblicate le graduatorie relative ai progetti annuali e triennali sostenuti con il fondo unico 2020 sullo spettacolo dal vivo della Regione Lazio. Con una dotazione complessiva di 1,4 milioni di euro, sono 49 i progetti ammessi a finanziamento di cui 29 triennali e 20 annuali.

01/07/2020 - Pubblicate le graduatorie relative ai progetti annuali e triennali sostenuti con il fondo unico 2020 sullo spettacolo dal vivo della Regione Lazio. Con una dotazione complessiva di 1,4 milioni di euro, sono 49 i progetti ammessi a finanziamento di cui 29 triennali e 20 annuali.

Dei progetti triennali, la Regione sosterrà 23 tra festival e rassegne dal teatro, alla musica, alla danza. Un fitto calendario di eventi che porterà sui palcoscenici del Lazio tutti i linguaggi, anche i più innovativi e contemporanei. Dalla Capitale alle province, la Regione finanzierà festival di strada, spettacoli per bambini ma anche teatro di figura e centri di produzione.

Tra i progetti annuali, verranno sostenute 13 produzioni, dalle giovani compagnie alle compagnie di giro, per la creazione artistica e l’allestimento tecnico di spettacoli teatrali, musicali e di danza che debutteranno nel Lazio con repliche in tutta Italia: orchestre ed ensemble musicali, progetti per favorire l’accesso dei giovani allo spettacolo dal vivo in collaborazione con scuole e università, ma anche attività inerenti l’educazione e la formazione musicale, teatrale e coreutica.

“Lo spettacolo dal vivo rappresenta una settore importante per la nostra Regione che ospita produzioni artistiche di altissimo livello. Come amministrazione riteniamo sia fondamentale sostenere tutte le forme di espressione creativa, dal teatro, alla musica alla danza, eccellenze del nostro territorio. Ad oggi siamo riusciti a finanziare i primi 49 progetti ma siamo al lavoro per sostenere anche gli altri 18 progetti ammissibili”, dichiara il presidente, Nicola Zingaretti.