Sei in: Home \ sala stampa \ dettaglio notizia

  

  

ACCORDO REGIONE-BEI: 500 MILIONI PER PMI E MIDCAP, INFRASTRUTTURE E AMBIENTE

Sottoscritto questa mattina, un accordo quadro multisettoriale per 300 milioni di euro di prestiti per progetti previsti dal Programma pluriennale regionale. Finanziamenti che si aggiungono a quelli che verranno erogati, in partnership con Unicredit, BCC Roma e Banca Popolare di Sondrio per complessivi 200 milioni di euro a circa quattrocento Pmi e Midcap

11/09/2020 - Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e il Vicepresidente della Banca Europea per gli Investimenti, Dario Scannapieco hanno sottoscritto questa mattina, nella sede della Regione Lazio a Roma, un accordo quadro multisettoriale per 300 milioni di euro di prestiti  per progetti previsti dal Programma pluriennale regionale. Finanziamenti che si aggiungono a quelli che verranno erogati, in partnership con Unicredit, BCC Roma e Banca Popolare di Sondrio per complessivi 200 milioni di euro a circa quattrocento Pmi e Midcap. Dalla BEI, consulenza e assistenza tecnica agli Assessorati per l'elaborazione delle opere, in particolare nei campi dell’efficientamento energetico di edifici pubblici e mobilità sostenibile.

È quindi una collaborazione ad ampio raggio quella tra la Banca dell'Unione Europea e la Regione Lazio, che porterà complessivamente a finanziamenti per 500 milioni in tutti i settori produttivi nei prossimi anni. E’ questa la finalità degli accordi già firmati o in corso di perfezionamento tra la Banca europea per gli investimenti (BEI) e la Regione Lazio.

 “Grazie alla collaborazione con la Regione, nel Lazio la banca dell'Unione europea potrà essere realmente a fianco di cittadini e imprese in questo difficile momento, in modo da mitigare gli effetti della pandemia e sostenere la ripresa. Saranno finanziati progetti regionali per le infrastrutture pubbliche urbane e regionali, la protezione dai danni dal dissesto idrogeologico e nel campo ambientale, confermando il ruolo della BEI di banca del Clima. Grazie alla partnership con le banche attive sul territorio saranno anche sostenute centinaia di Pmi e Midcap”, ha dichiarato il Vicepresidente della BEI, Dario Scannapieco.

“La ripresa post Covid-19 che stiamo immaginando insieme al mondo produttivo della nostra Regione passa attraverso accordi importanti come questo con la Banca europea per gli investimenti. La concessione di prestiti, a condizioni finanziarie estremamente vantaggiose ci consente infatti di immettere liquidità e quindi fiducia e speranza nei settori strategici della nostra economia regionale, la tutela dell'ambiente, il miglioramento delle modalità di erogazione dei servizi pubblici e il potenziamento delle infrastrutture, e inoltre investimenti specifici in sanità e protezione civile. Il Lazio della fase 3 è quello che riparte e ricomincia a investire”, ha aggiunto Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

 Accordo quadro multisettoriale: 300 milioni

Una prima operazione riguarda l’Accordo quadro per 300 milioni di prestiti nei prossimi quattro anni. Sulla base dell’Accordo saranno finanziabili progetti che, nell'ambito del Programma pluriennale della Regione, hanno come obiettivo la lotta al cambiamento climatico, la prevenzione e la mitigazione dei rischi da dissesto idrogeologico, il miglioramento, la costruzione e la ristrutturazione delle infrastrutture pubbliche urbane e regionali, la protezione dell’ambiente. Potranno essere finanziate anche misure di emergenza per combattere la pandemia di COVID-19, in modo da contribuire in modo significativo alla ripresa economica. La durata dei prestiti potrà arrivare sino a 25 anni, con un preammortamento di cinque anni. La collaborazione, oltre ad operazioni di finanziamento, consentirà alla Regione di beneficiare anche dell’attività gratuita di consulenza e assistenza tecnica della BEI. Consulenza che è già in fase preliminare su progetti di efficientamento energetico di edifici pubblici e di mobilità sostenibile.

Pmi e Midcap: 200 milioni in partnership con le banche

Una seconda operazione, in corso di perfezionamento, si basa su un finanziamento iniziale della BEI per i progetti di Pmi (fino a 250 addetti) e Midcap (250-3.000 dipendenti) in tutti i settori produttivi, anche in questo caso con un focus speciale sugli investimenti di contrasto alle conseguenze della pandemia da Covid-19. La linea di credito sarà veicolata alle imprese del territorio laziale attive in tutti i settori economici tramite tre banche intermediarie selezionate dalla Regione con gara pubblica: Unicredit, BCC Roma e Banca Popolare di Sondrio. Le tre banche raddoppieranno i 100 milioni erogati dalla BEI nel quadro del programma “Italian Regions-EU Blending Programme”, per un ammontare complessivo quindi di 200 milioni a beneficio di un numero orientativo di 400 imprese con sede nella Regione. I tempi di restituzione saranno di 12 anni per le imprese private e di 15 anni per gli investimenti portati a termine dalle aziende pubblico-private, con un preammortamento di tre anni.

Nel quadro di questa operazione, la Regione ha pronto un provvedimento che mette a disposizione 3 milioni di euro per abbattere ulteriormente gli interessi dei prestiti che sarà adottato appena chiuse le intese tra le tre banche e la Bei.