Sei in: Home \ sala stampa \ dettaglio notizia

  

  

ZINGARETTI: ACCORDO CON PICCOLI COMUNI PER TRASFORMAZIONE DIGITALE

rist

Approvato in Giunta lo schema di Accordo di collaborazione tra Regione Lazio e Piccoli Comuni e attivazione del gruppo di lavoro regionale dei responsabili per la Trasformazione Digitale dei Piccoli Comuni  

27/03/2021 - 
"La trasformazione digitale del Lazio parte dai Piccoli Comuni. La delibera di oggi, per la quale ringrazio le due assessore Lombardi e Corrado, è una piccola grande rivoluzione che consentirà di colmare un gap informatico dei piccoli centri non più ammissibile, soprattutto oggi in tempi di smartworking e di Didattica A Distanza. Tutti i cittadini del Lazio devono essere messi nelle stesse condizioni. Da parte della Regione, il massimo impegno a supportare i Comuni per migliorare i servizi e quindi la qualità della vita".

Con queste parole il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti annuncia l’approvazione in Giunta dello schema di Accordo di collaborazione tra Regione Lazio e Piccoli Comuni e attivazione del gruppo di lavoro regionale dei responsabili per la Trasformazione Digitale dei Piccoli Comuni di concerto con l’Assessora alla Transizione Ecologica e Trasformazione Digitale (Ambiente e Risorse Naturali, Energia, Agenda Digitale e Investimenti Verdi), Roberta Lombardi, e con l’Assessora al Turismo, Enti Locali, Sicurezza Urbana, Polizia Locale e Semplificazione Amministrativa, Valentina Corrado.

“Questo accordo tra Regione e piccoli comuni, con la definizione di diritti e doveri di ciascuna delle due parti, è un patto per la digitalizzazione di tutti i territori con cui introduciamo in ogni ente locale coinvolto la figura del Responsabile della Trasformazione Digitale, che farà parte di un gruppo di lavoro regionale che riunirà tutti gli altri responsabili. Una figura chiave per garantire il raccordo con la Regione, la quale a sua volta raccoglierà le istanze dei Piccoli Comuni per trasferirle al livello centrale. – dichiara l’assessora alla Transizione Ecologica e alla Trasformazione Digitale, Roberta Lombardi – Nel Lazio su un totale di 378 comuni sono ben 254 quelli con meno di 5mila abitanti, per lo più concentrati in territori isolati e marginali, dove la sfida di colmare il gap digitale diventa ancora più impegnativa e doverosa, soprattutto in un periodo in cui buona parte della popolazione è a fasi alterne in smartworking e in Didattica A Distanza.  Dopo circa una settimana con questo atto compiamo un ulteriore passo in avanti dopo quello fatto con la mia prima delibera con cui abbiamo esteso il voucher banda ultra larga a tutti i Comuni del territorio regionale: un bonus di 500 euro per le famiglie con ISEE al massimo di 20mila euro per connettività, pc e tablet. Così la trasformazione digitale può essere equa oltre che efficace”.


“La delibera dà il via all’iter che consentirà ai Piccoli Comuni del Lazio, a regime e in base al fabbisogno di ciascuno, di dotarsi di servizi digitali - dichiara l’Assessore al Turismo, Enti locali, Sicurezza urbana, Polizia locale e Semplificazione amministrativa, Valentina Corrado. - È un percorso che richiederà un supporto costante da parte dell’amministrazione regionale anche per il tramite della società Lazio Crea. L’obiettivo, che è anche uno dei punti cardine del #NextGenerationEu, è di creare benessere, migliorare la qualità della vita dei cittadini a partire dai Piccoli Comuni penalizzati dal decentramento. Vogliamo avvicinare la pubblica amministrazione ai territori, ai cittadini, attraverso l’utilizzo delle piattaforme informatiche. Sono obiettivi ambiziosi, ma non più rinviabili che richiedono uno sforzo massimo da parte di tutti i livelli istituzionali coinvolti. È per questo che è fondamentale che ci sia un’azione, coordinata e condivisa, tra le Autonomie locali secondo le Linee guida che sono parte integrante della delibera. La sottoscrizione dell’accordo tra la Regione e i Piccoli Comuni del territorio garantirà la collaborazione per portare a termine questa piccola grande rivoluzione”.

“Avanza il lavoro incessante per i Piccoli Comuni della Regione Lazio con l'approvazione della delibera di Giunta, proposta dal Presidente Zingaretti di concerto con le Assessore Lombardi e Corrado, per offrire loro un pacchetto di servizi per la digitalizzazione. Il percorso lo abbiamo avviato un anno fa con l'ufficio per i Piccoli Comuni, proprio in una delle riunioni con i Sindaci dei Piccoli Comuni, nel pieno della pandemia, quando ci chiedevamo cosa fare per migliorare il livello dei servizi da offrire ai cittadini dei loro territori che devono essere gli stessi offerti ai cittadini del resto della Regione per evitarne lo spopolamento e allo stesso tempo elevarne i livelli di affidabilità e sicurezza. Abbiamo costituito un gruppo di lavoro composto da sindaci e tecnici dei Comuni con meno di 5 mila abitanti e anche attraverso la somministrazione di un questionario sono state individuate le azioni sulle quali lavorare.  Sono molto contenta perché quella approvata oggi  è una proposta che nasce dal basso, che mira ad adattarsi a quelle che sono le  esigenze specifiche dei Piccoli Comuni, che all'interno di un insieme di interventi decideranno di quali servirsi, così come lo scambio continuo ci indicherà quali potranno essere ulteriori servizi da sviluppare,  perché quanto previsto in delibera di giunta sono le prestazioni che tecnicamente in questo momento la Regione Lazio può fornire ma si sta già lavorando per estenderle.  Alcuni dei servizi disponibili riguardano la migrazione dei sistemi informativi degli Enti sul cloud regionale, la fornitura di una Piattaforma di e-procurement, che supporta la Regione e tutte le Pubbliche Amministrazioni nella realizzazione delle gare, semplificazione e velocità e minori costi per l'accesso a Spid, PagoPa, fino ad un percorso formativo per migliorare le competenze digitali di base dei dipendenti pubblici e della popolazione. Questa delibera infine prosegue nel solco di quanto impostato un anno fa con i fondi stanziati dalla Regione Lazio per il sostegno allo Smart Working nei piccoli comuni dei quali hanno usufruito 237 piccoli Comuni per uno stanziamento complessivo di circa 1,8 milioni di euro”.

Così in una nota Cristiana Avenali, Responsabile Piccoli Comuni e Contratti di Fiume della Regione Lazio.