COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE DELLA REGIONE NEL PROCESSO PER MAFIA "NUOVA ALBA"

Il processo che si è aperto  il 17 dicembre presso il Tribunale di Roma  a carico  del clan Triassi-Fasciani -Spada è  indubbiamente uno dei più importanti processi per mafia finora aperti a Roma perché riconosce a molti degli  imputati la “costituzione  di associazione mafiosa” attraverso la fattispecie di reato del 416 bis.

18/12/2013 - L’impianto accusatorio descrive un quadro allarmante  che conferma preoccupanti profili di  radicamento mafioso a Roma e nel Lazio. Le conseguenze  di tale presenza nei territori della nostra Regione produce effetti distorsivi sia sul terreno della convivenza democratica che sul terreno dello  sviluppo economico, indebolendo le potenzialità competitive del Lazio  e alterando le regole del mercato.

E’ proprio per le conseguenze della mafia sull’economia dei territori e sulla qualità della  democrazia che l’ Osservatorio Tecnico Scientifico per la  Sicurezza e la Legalità ritiene importante  da parte della Regione la costituzione di  Parte Civile nel processo denominato “Nuova Alba”   

Da non trascurare inoltre l’enorme valore simbolico che rappresenta  la scelta della Regione di costituirsi in un processo per mafia indicando con nettezza una scelta di campo al fianco delle Forze di Polizia e  dei Magistrati impegnati nel contrasto alle mafie.