Sei in: Home \ pari opportunita' \ sala stampa \ dettaglio notizia

PROGETTO IO NON ODIO: STORIA DI NILDE

io_non_odio
18/12/2020 - Il 18 dicembre 2020 ha avuto luogo il secondo appuntamento di “IO NON ODIO”, il progetto speciale rivolto alle ragazze e ai ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado promosso dalla Regione Lazio - Assessorato al Turismo e Pari Opportunità con l’Assessorato al Lavoro e nuovi diritti, Formazione, Scuola e Diritto allo Studio universitario – per la prevenzione della violenza di genere e per il contrasto degli stereotipi.

L’appuntamento è stato dedicato alla figura di Nilde Iotti, madre costituente e prima donna nella storia dell’Italia repubblicana a ricoprire la carica di Presidente della Camera dei Deputati.

“Andiamo avanti nel nostro cammino contro l’odio - dichiara l’Assessora regionale alle Pari Opportunità e Turismo, Giovanna Pugliese - Una bellissima mattinata quella di oggi, dedicata alla straordinaria figura di Nilde Iotti. Ringrazio le Presidenti Livia Turco e Marisa Malagoli Togliatti per il loro contributo e Lunetta Savino per l’appassionata lettura di quello che fu il primo discorso d’insediamento nell’aula di Montecitorio. C’è molto da imparare dalla vita di una donna come Nilde Iotti. Lo dico soprattutto alle ragazze e ai ragazzi delle nostre scuole che oggi più che mai hanno bisogno di modelli a cui ispirarsi. Lo studio, la passione politica, il rispetto delle Istituzioni ed il rifiuto dell’odio come elemento di valutazione dell’altro”, conclude Giovanna Pugliese, intervenuta online all’appuntamento.

Il progetto 'IO NON ODIO', giunto alla sua seconda edizione, prevede percorsi di condivisione culturale per le scuole attraverso diverse attività da declinare nell’ambito della programmazione scolastica per approfondire insieme alle studentesse e agli studenti il tema dell'odio nelle sue diverse sfaccettature. 30 scuole hanno già dato la loro adesione. Sono oltre 3.000 gli studenti coinvolti.

Il progetto "Io non odio” ha ricevuto l'adesione da parte della Federazione Nazionale Stampa Italiana e di Articolo 21.