Sei in: Home \ pari opportunita' \ sala stampa \ dettaglio notizia

CONTRIBUTO DI LIBERTA’: 150 DONNE AIUTATE NEL 2020

no_violenza_donne
26/01/2021 - Grazie alla collaborazione con il Dipartimento delle Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Contributo di libertà è stato introdotto dalla Regione Lazio in maniera sperimentale nell’estate del 2019 con uno stanziamento complessivo pari a 750.000 euro.

Un sostegno a fondo perduto fino a un massimo di 5.000 euro, per le donne in fuoriuscita dalle Case rifugio del Lazio e alle prese con la conquista della piena indipendenza. Un aiuto per fronteggiare le prime spese per una nuova casa e una nuova vita.

Nell’aprile 2020, il Contributo di libertà è stato parzialmente modificato per ampliare le spese ammissibili a fronte del drammatico cambiamento delle condizioni di vita provocato dalla pandemia.

Sono circa 150 le donne che hanno già ricevuto nel 2020 il Contributo di libertà e che sono state aiutate nel percorso della conquista dell’autonomia. Le donne ammesse al finanziamento – grazie al sostegno delle Associazioni antiviolenza – hanno presentato richiesta per spese di ordine abitativo (affitto e utenze domestiche); per elettrodomestici di base, biancheria e mobilio essenziale per la casa; per cure e spese mediche; per beni di prima necessità; per corsi di formazione; e per esigenze dei figli e delle figlie minori.

“Il Contributo di libertà si è rivelato come una misura veramente necessaria e utile per le donne vittime di violenza alle prese con percorsi di fuoriuscita. I numeri lo dimostrano, soprattutto a fronte delle crescenti difficoltà materiali ed esistenziali provocate dalla pandemia da Covid-19” –commenta così Giovanna Pugliese, Assessora alle Parti opportunità della Regione Lazio.

Per maggiori informazioni clicca qui.