Sei in: Home \ politiche sociali \ gioco d'azzardo

Gioco d'azzardo

Nell’ambito dell’applicazione della Legge regionale n. 5 del 2013, “Disposizioni per la prevenzione e il trattamento del gioco d’azzardo patologico (GAP)” sono stati promossi interventi, iniziative e campagne di sensibilizzazione, educazione ed informazione sui rischi del gioco d’azzardo patologico.

La Direzione regionale Salute e Politiche sociali ha elaborato il Piano biennale regionale 2017-2018, per il contrasto del gioco d’azzardo patologico secondo le indicazioni del Ministero per la Salute. Il Piano biennale è stato approvato con deliberazione n. 904 del 19/12/2017 dalla Regione Lazio e racchiude interventi di prevenzione, cura e riabilitazione. Tra le azioni realizzate vi sono:

  • gli sportelli informativi per la prevenzione e il trattamento del gioco d'azzardo patologico aventi il compito specifico di offrire punti di primo ascolto e realizzare e diffondere materiali di prevenzione sul gioco patologico, indirizzati alla popolazione generale (uno per ogni distretto socio-sanitario della Regione, compresi i Municipi di Roma Capitale).
  • l'istituzione dell’Osservatorio regionale sul fenomeno del gioco d’azzardo, al fine di monitorare gli effetti in tutte le sue componenti: culturali, legali, di pubblica sicurezza, commerciali, sanitarie ed epidemiologiche, sociali e socio-economiche, analizzando, altresì, i dati e le dinamiche legate al fenomeno del GAP.
  • assegnazione di risorse economiche destinate alla prevenzione, cura e riabilitazione delle patologie connesse alla dipendenza da gioco d'azzardo patologico alle Aziende Sanitarie Locali della Regione Lazio, in base al criterio della popolazione assoluta per ASL di residenza.

In particolare, le risorse destinate alle ASL per la prevenzione, cura e riabilitazione delle patologie connesse alla dipendenza da gioco d'azzardo patologico, sono volte a realizzare i seguenti obiettivi:

  • l’inserimento, presso le strutture specialistiche, residenziali o semiresidenziali, di cittadini affetti da patologie da gioco d’azzardo che necessitano del trattamento di cura e riabilitazione da svolgere lontano dal proprio ambiente di vita;
  • l’incremento del personale specializzato dei servizi per le dipendenze, per rafforzare la capacità di presa in carico; per l’attivazione di gruppi di auto mutuo aiuto ed altre metodologie psicoeducative; per la sperimentazione di modalità di intervento innovative, sia sotto il profilo preventivo ed educativo che sotto il profilo riabilitativo ed inclusivo, da attuare direttamente o in modo integrato con i servizi sociali territoriali e con il Terzo Settore;
  • la formazione e l’aggiornamento degli operatori sanitari, sociali e del terzo settore, per realizzare un percorso formativo finalizzato alla conoscenza del fenomeno patologico del gioco d’azzardo, condividendo strumenti e strategie efficaci sui percorsi di cura e riabilitazione.

CONTATTI

AREA POLITICHE PER L'INCLUSIONE

  • e-mail:inclusione@regione.lazio.it
  • tel.0651688180