Sei in: Home \ politiche sociali \ immigrati nel lazio

Immigrati nel Lazio

Al 1° gennaio 2020 gli stranieri residenti nel Lazio sono 682.968, lo 0,5% in più rispetto al 2019. Si tratta di una popolazione in prevalenza femminile (51,9%). L'incidenza sul totale dei residenti in Regione è pari all'11,64%, superiore al dato medio nazionale (7,95%). Nella provincia di Roma vivono 555.453 cittadini stranieri, l'81,3% degli stranieri residenti nel Lazio. Seguono Latina (55.214, pari al 8,1 %), Viterbo (32.307 pari al 4,7%), Frosinone (26.403, pari al 3,9%) ed infine Rieti (13.591 pari al 2,0%). La comunità straniera più numerosa è quella proveniente dalla Romania (con il 33,87% pari a 231.309), seguita dalle Filippine (6,72% pari a 45.900) e dal Bangladesh (5,65% pari a 38.584).

I residenti stranieri extra UE sono 392.508. L'incidenza sul totale dei residenti in Regione è pari al 6,6 %.

Politiche in favore degli immigrati e di altre minoranze.

Il Sistema territoriale di interventi e servizi, definito dalla Legge regionale n. 11 del 10 Agosto 2016 “Sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali del Lazio”, fornisce gli assi programmatici per l'integrazione e l'inclusione sociale dei cittadini stranieri immigrati residenti e di altre minoranze. 

Coerentemente con quanto previsto dalla Legge regionale  n. 10 del 14 luglio 2008  “Disposizioni per la promozione e la tutela dell'esercizio dei diritti civili e sociali e la piena uguaglianza dei cittadini stranieri immigrati”, lo stesso sistema prevede  interventi e servizi volti a rimuovere gli ostacoli che si oppongono all'esercizio dei diritti civili e sociali da parte dei cittadini immigrati nonché a valorizzare la partecipazione e a promuovere la cultura dei doveri e delle responsabilità, oltre che dei diritti, tra i cittadini autoctoni  e stranieri residenti. 

Attraverso tale sistema la Regione Lazio sostiene l’inclusione sociale dei titolari di protezione internazionale e dei beneficiari di permessi di soggiorno per casi speciali. Riserva   particolare attenzione a fasce fragili della popolazione immigrata  e a minori stranieri non accompagnati, promuovendo, per questi ultimi, interventi per agevolarne il percorso di sviluppo e l'inclusione.

La Regione Lazio sostiene l'integrazione sociale delle comunità Rom, Sinti e Caminanti e delle altre minoranze. Opera, altresì, per il superamento dei campi, così come indicato dalla Strategia nazionale d'inclusione di Rom, Sinti e Caminanti 2012/2020 (Attuazione Comunicazione Commissione europea n. 173 del 5 aprile 2011).

I PRINCIPALI INTERVENTI POSTI IN ESSERE DALLA REGIONE LAZIO

    • Piano regionale d’intervento per l’integrazione dei cittadini di Paesi Terzi - IMPACT LAZIO 
    • Piano regionale per l’integrazione linguistica e sociale PRILS Lazio 
    • Finanziamento regionale a favore dei Comuni facenti parte del Sistema SIPROIMI
    • Piano regionale antitratta Lazio

CONTATTI

AREA POLITICHE DI INTEGRAZIONE SOCIALE E TUTELA DELLE MINORANZE

    • e-mail: integrazionesociale-tutelaminoranze@regione.lazio.it - anmassimi@regione.lazio.it