Autorizzazione

Le strutture che erogano i servizi socioassistenziali in forma residenziale, semiresidenziale e diurna devono essere autorizzate all’apertura ed al funzionamento ai sensi della legge regionale n. 11 del 10 agosto 2016 - “Sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali nella Regione Lazio”, art. 32 e della legge regionale n. 41 del 12 dicembre 2003 -  “Norme in materia di autorizzazione all’apertura ed al funzionamento di strutture che prestano servizi socio-assistenziali” e s.m.i. e possedere i requisiti previsti dai provvedimenti regionali attuativi, che nello specifico indicano i requisiti di carattere strutturale, organizzativo e gestionale, di cui alle  deliberazioni della Giunta regionale n. 1034 del 23 dicembre 2004 - “Requisiti per il rilascio dell’autorizzazione all’apertura ed al funzionamento delle strutture che prestano servizi di Mensa sociale e di Accoglienza notturna, Servizi per la vacanza, Servizi di pronto intervento assistenziale e Centri diurni (di cui all’articolo 2, lettera a), punto 2  della legge regionale n. 41 del 12 dicembre 2003)” e n. 1305 - “Autorizzazione all’apertura ed al funzionamento delle strutture a ciclo residenziale e semiresidenziale che prestano servizi socio-assistenziali. Requisiti strutturali e organizzativi integrativi rispetto ai requisiti previsti dall’articolo 11 della legge regionale n. 41 del 12 dicembre 2003 ”.

Il rilascio dell’autorizzazione, ai sensi della legge regionale n. 41 del 12 dicembre 2003, articoli 3 e 4, spetta ai Comuni, singoli o associati, a seguito della verifica della sussistenza dei requisiti strutturali, organizzativi e funzionali, richiesti dalla normativa, preliminare rispetto al rilascio del provvedimento autorizzativo espresso, in collaborazione con tutte le istituzioni coinvolte e preposte per le specifiche competenze.