Sei in: Home \ politiche sociali \ anziani \ progetto te - lazio

Progetto TE - Lazio

I centri anziani sono strutture polivalenti che permettono la socializzazione, l’incontro, la vita di relazione e sono quindi un antidoto al rischio di isolamento. Essi rappresentano dei veri e propri centri di aggregazione dove  gli anziani possono combattere la solitudine di cui spesso, purtroppo, sono vittime.

La Regione Lazio, con Deliberazione della Giunta regionale n. 565 del 30.07.2019, ha deliberato lo stanziamento di apposite risorse per finanziare progetti che favoriscano l’incontro tra generazioni; il recupero psico-fisico, comprese  attività motorie e ludiche; la formazione all’uso delle tecnologie informative; corsi informativi sulle problematiche sanitarie e sociali connesse con la terza età; l’orientamento ai servizi socio-sanitari erogati sul territorio; attività ricreative, culturali e di tutela della salute; interventi per contrastare le cause di emarginazione sociale, nonché l’acquisto di attrezzature e materiali necessari allo svolgimento dei progetti. Tali risorse, inoltre, potranno essere utilizzate per lavori di manutenzione, migliorie e gestione delle sedi.

Progetto TE - Lazio per la Terza età

In attuazione della DGR 565/2019 la Direzione regionale per l'Inclusione sociale, con Determinazione n. G13444/2019, ha approvato un Avviso pubblico per la concessione dei contributi in favore dei comuni del Lazio e di Roma Capitale, per la realizzazione di attività interventi o progetti promozionali finalizzati all'attuazione del “Progetto TE – Lazio per la terza età” a sostegno delle attività dei Centri anziani.

In particolare i contributi messi a disposizione dalla Regione Lazio dovranno essere destinati all’attuazione di una delle seguenti attività:

  • l‘incontro intergenerazionale con le scuole ed apertura ad altre realtà del territorio attraverso il coinvolgimento delle sensibilità umane favorendo il miglioramento qualitativo dello scambio esperienziale e culturale;
  • interventi atti a contrastare i fattori discriminanti causa di emarginazione e isolamento della persona anziana e che ne favoriscano l‟inclusione sociale;
  • il recupero psico-fisico, anche attraverso attività ludico-motorie, affinché la persona anziana mantenga l’autosufficienza, con conseguente miglioramento della qualità della vita;
  • l’apprendimento dell’utilizzo delle tecnologie informatiche;
  • l’informazione e orientamento finalizzati all’acquisizione delle conoscenze inerenti i servizi socio-assistenziali e sanitari promossi dal sistema integrato offerti sul territorio, e le modalità per entrare in contatto con le pubbliche amministrazioni erogatrici dei servizi, con conseguente incremento della capacità di accesso ai servizi stessi (enti locali, ASL, etc.);
  • misure e interventi finalizzati alla prevenzione e tutela della salute degli anziani, in collaborazione con le Aziende Sanitarie del Lazio;
  • attività ricreativo-culturali in favore della popolazione anziana (es: organizzazione di feste, soggiorni estivi/invernali, viaggi, etc.);
  • corsi informativi sulle problematiche sanitarie e sociali connesse con la terza età;
  • attività di promozione delle attività del centro (es: volantini, manifesti, brochure, etc.).


CONTATTI

AREA FAMIGLIA, MINORI E PERSONE FRAGILI

  • Tel. 0651688368
  • e-mail:inclusione@regione.lazio.it