Sei in: Home \ rifiuti \ volture – variazioni societarie

VOLTURE – VARIAZIONI SOCIETARIE

Il rilascio degli atti autorizzativi o delle loro modifiche ed integrazioni, relativamente alle attività di cui al D.lgs. 152/06 e s.m.i. è previsto debba avvenire senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica al fine di concorrere al contenimento e al controllo della spesa regionale e secondo quanto previsto dal DM Ambiente 24/04/2008 ai sensi dell’art. 18 comma 2 del D.lgs. 59/05 avente ad oggetto “Modalità, anche contabili, e tariffe da applicare in relazione alle istruttorie ed ai controlli previsti dal D.lgs. 18 febbraio 2005, n. 59”.

A tal fine, sono poste a carico dei soggetti interessati, gli oneri derivanti dalle prestazioni e dai necessari controlli, previa valutazione delle spese che l’Amministrazione regionale sostiene per l’esperimento delle attività amministrative, dei rilievi, degli accertamenti e dei sopralluoghi necessari per l’istruttoria delle istanze di autorizzazione.

I relativi versamenti in relazione alle spese di istruttoria ed ai controlli previsti dal citato D.lgs. dovranno essere effettuati con le seguenti modalità:

  • IBAN C/C Unicredit intestato a Tesoreria Regione Lazio IT03M0200805255000400000292
  • C/C Poste Italiane intestato a Tesoreria Regione Lazio 785014
  • IBAN C/C Poste Italiane intestato a Tesoreria Regione Lazio IT50A0760103200000000785014
  • Causale: Cap. 341552 – Voltura – Variazione societaria per l’attività di AIA di cui al D.lgs. 59/05 e DM 24 aprile 2008

Con la nuova D.G.R. 865/2014 sono state riordinate le tariffe anche in relazione ai nuovi istituti previsti e a quelli abrogati.

L’importo della tariffa (allegato A della DGR 865/2014) è pari a € 200,00.

La documentazione utile per la presentazione dell’istanza è:

  1. Atto notarile di variazione di ragione sociale;
  2. Dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai sensi del DPR 445/2000 relativo a: dichiarazione di subentro di tutti gli obblighi riportati nell’autorizzazione esistente, possesso dei requisiti di moralità previsti dalla legge da parte del legale rappresentante della società, accettazione del conferimento di incarico al responsabile tecnico dell’impianto, dichiarazione che è stata interessata formalmente la Compagnia Assicuratrice per l’aggiornamento della relativa polizza conseguente l’intervenuta variazione della ragione sociale;
  3. Certificato di iscrizione al Registro delle imprese presso la C.C.I.A.A.;
  4. Ricevuta di pagamento delle spese istruttorie previste dalla D.G.R 865/2014