Sei in: Home \ sanita' \ strutture sanitarie e socio-sanitarie \ autorizzazione all'esercizio per le strutture sanitarie

Autorizzazione all'esercizio per le strutture sanitarie

A seguito dell'approvazione del Decreto del Commissario ad Acta U00038 del 01 marzo 2012 pubblicato sul burl numero 12 del 28/03/2012 e successive modificazioni ed integrazioni, secondo quanto disposto dalla Legge Regionale n.9 del 24 dicembre 2010 all'art.2 comma 17,  è disponibile il Sistema Informativo SAASS per la conferma all'autorizzazione all'esercizio delle strutture sanitarie e socio-sanitarie. Il sistema è a disposizione per le procedure di autorizzazione regolate dalla normativa vigente.

"Le strutture sanitarie e socio-sanitarie private [........] che alla data di entrata in vigore della presente legge siano operanti ed in possesso della sola autorizzazione all'esercizio per lo svolgimento di attività sanitaria o socio-sanitaria, presentano alla Regione domanda di conferma dell'autorizzazione all'esercizio ai sensi della L.R. n. 4/2003 e successive modifiche, esclusivamente attraverso l'utilizzo della piattaforma applicativa informatica"

 
  • Strutture interessate:
    • Art.4 comma 1 della L.R. n. 4/2003:
      • le case di cura ovvero le strutture che erogano prestazioni in regime di ricovero ospedaliero a ciclo continuativo e/o diurno per acuzie e/o postacuzie;
      • i presidi ambulatoriali ovvero le strutture che erogano prestazioni di assistenza specialistica in regime ambulatoriale ivi comprese quelle riabilitative (vedere esclusioni);
    • Art.4 comma 2 della L.R. n. 4/2003:
      • assistenza domiciliare ;
      • gli studi odontoiatrici;
      • gli studi medici e di altre professioni sanitarie, ove attrezzati per erogare prestazioni di chirurgia ambulatoriale, ovvero procedure diagnostiche e terapeutiche di particolare complessità o che comportino un rischio per la sicurezza del paziente;
      • le strutture esclusivamente dedicate ad attività diagnostiche;
 
  • Strutture escluse dal presente decreto che saranno oggetto di successivo provvedimento:
    • Art.4 comma 1 della L.R. n. 4/2003:
      • le strutture che erogano prestazioni di procreazione medicalmente assistita specialistica in regime ambulatoriale;
      • le strutture sanitarie e socio-sanitarie che erogano prestazioni in regime residenziale e semiresidenziale oggetto di ridefinizione e riordino dell'offerta assistenziale territoriale (esempio RSA, ex art. 26);
      • gli stabilimenti termali; 
 
  • Termini:
    •  Il termine per la La Registrazione nel Sistema Informativo SAASS realizzato da Lait SpA è il 1 ottobre 2012 mentre per  l'inserimento della documentazione è il 31 dicembre 2012.
 
  • Riferimento Normativo - Classificazione strutture:
    • Precedenti al Regolamento Regionale n.2/2007 - strutture operanti prima dell'entrata in vigore del Regolamento Regionale n. 2/2007, che erano soggette all'invio alla Regione Lazio della richiesta di conferma dell'autorizzazione all'esercizio entro il termine previsto dalla nota circolare prot. n. 37627/4V/03 del 2 aprile 2007;
    • Regolamento Regionale n. 2/2007 - art.20: le strutture che hanno usufruito dell' art. 20 della Legge Regionale n. 4/2003 per le quali l'autorizzazione è stata rilasciata ai sensi dell'Art. 20 del Regolamento Regionale n.2/2007, ovvero che erano tenute a presenta nuova istanza, ai sensi dell'art. 8 del Regolamento Regionale n.2/2007, fatto salvo l'obbligo di adeguamento ai nuovi requisiti della DGR n. 424/06, entro 60 giorni dalla data di notifica del provvedimento di autorizzazione;
    • Regolamento Regionale n. 10/2009: le strutture operanti ai sensi dell'art.8 comma 2.bis Regolamento Regionale. n.2/2007, ovvero del disposto dall'articolo 5, comma 1bis, della Legge Regionale n. 4/2003, a seguito dell'invio della comunicazione alla Regione Lazio dell'avvio dell'attività (regime 45 giorni);
    • Regolamento Regionale n. 2/2007 - art.10: le strutture già autorizzate dalla Regione Lazio ai sensi della Legge Regionale n. 4/2003, ovvero ai sensi del Regolamento Regionale n.2/2007 art.10, qualora non abbiano effettuato alcuna modifica rispetto al titolo originario rilasciato dalla Regione e non siano state soggette all'obbligo di presentare nuova istanza entro il termine di 60 giorni dalla notifica del medesimo titolo ai fini dell'adeguamento ai requisiti vigenti;
  • Decreto del Commissario ad Acta U00147 del 06 08 2012 sospende la decorrenza del termine per la preregistrazione (FASE 1, come definita nell'allegato 1 al DCA U00038/2012)  dal 1 al 31 agosto 2012 e, conseguentemente, prevede che il periodo di sospensione venga recuperato mediante ripresa della decorrenza dello stesso, per un periodo temporale equivalente, dal 1 settembre 2012 e fino al 1 ottobre 2012; inoltre, fissa al 31 dicembre 2012 il termine ultimo per il completamento, da parte dei soggetti che abbiano rispettato il termine del 1 ottobre 2012 per il compimento della FASE 1, dell'intera procedura informatica,  ivi incluso l'inserimento della documentazione.