Sei in: Home \ sanita' \ rischio clinico

RISCHIO CLINICO

La gestione del rischio clinico in sanità (spesso chiamata clinical risk management) ha come obiettivo quello di migliorare la qualità delle prestazioni sanitarie e aumentare la sicurezza dei pazienti e degli operatori. A questo scopo impiega un insieme di metodi, strumenti e azioni per identificare, analizzare, valutare e trattare i rischi connessi all’erogazione delle cure.

Nel 2017, esaurito il mandato del Comitato tecnico di coordinamento rischio clinico, per gestire il rischio sanitario e la sicurezza del paziente è stato istituito il:

Centro Regionale Rischio Clinico (CRRC) crrc@regione.lazio.it

che ha tra le sue funzioni, relativamente al rischio infettivo:
  • il supporto alla Direzione Regionale Salute e Politiche Sociali nella definizione delle politiche e degli strumenti relativi al rischio infettivo in collaborazione con i referenti regionali del progetto 7.3 del Piano Regionale di Prevenzione e del Piano Nazionale di Contrasto all’Antimicrobico-Resistenza;
  • l'elaborazione di documenti di indirizzo inerenti il controllo del rischio infettivo da sottoporre all’approvazione della Direzione Regionale Salute e Politiche Sociali;
  • la definizione delle Linee Guida per l’elaborazione, da parte delle strutture sanitarie regionali, dei Piani Annuali Infezioni Correlate all’Assistenza (PAICA) e monitoraggio della loro qualità e grado di implementazione;
  • la progettazione di iniziative formative e di attività di ricerca sul tema del rischio infettivo anche in collaborazione con altre strutture a livello regionale o nazionale.
Dal 2014 il tavolo permanente dei risk manager riunisce periodicamente i risk manager e i rappresentanti delle professioni sanitarie che operano nelle organizzazioni che si occupano della gestione del rischio clinico.
Le riunioni del Tavolo permanente rappresentano un fondamentale momento di condivisione, di confronto e di scambio di idee e competenze fra le diverse, ed eterogenee, realtà regionali.

NORMATIVA