Sei in: Home \ sanita' \ sistema dell'emergenza \ rete trauma grave e neurotrauma

Rete trauma grave e neurotrauma

Il Sistema Integrato per l’Assistenza al Trauma (SIAT), costituito da una rete di strutture ospedaliere tra loro funzionalmente connesse e classificate sulla base delle risorse e competenze disponibili secondo livelli di complessità contiene i Percorsi Clinico Assistenziali dell’Emergenza (PCAE) per il trauma.

La Regione Lazio ha approvato la riorganizzazione della rete assistenziale del Trauma Grave e Neuro trauma progettata secondo il modello Hub e Spoke, con un’articolazione territoriale su tre macroaree e una distinzione dei centri in tre livelli:

  • Pronto Soccorso Traumatologico (PST)
  • Centro Trauma di Zona (CTZ)
  • Centro Trauma Specialistico (CTS Hub)

Il modello di rete Hub e Spoke ha l’obiettivo di portare il paziente dal luogo dell’evento al centro più appropriato per livello di gravità e complessità clinica per consentire un rapido accesso alla terapia definitiva attraverso un percorso di continuità assistenziale tra il servizio di soccorso extraospedaliero e la rete di emergenza ospedaliera. Il raggiungimento di questo obiettivo avviene con la centralizzazione primaria secondo criteri contenuti nei PCAE, mentre, nei casi in cui sia indifferibile una stabilizzazione primaria in ambiente ospedaliero, sarà attuato il principio di trasferimento secondario tempestivo all’interno della rete nella struttura in grado di garantire il trattamento definitivo.

La riabilitazione è parte integrante del sistema di rete rivolto alla prevenzione delle complicanze ed al recupero dei pazienti con “trauma grave” per cui è determinante, ai fini del risultato clinico complessivo, l’avvio già nell’area intensiva di programmi riabilitativi in modo da consentire una tempestiva presa in carico nella fase di post acuzie.

La rete per il trauma è organizzata sui tre livelli tra loro funzionalmente connessi:

  • 3 Centri trauma ad alta specializzazione (CTS) di cui due pubblici,
  • 6 Centri pubblici trauma di zona (CTZ) 
  • 23 Presidi di Pronto soccorso per traumi (PST), di cui 18 pubblici, in grado di gestire, prima di un eventuale trasferimento, i casi di lesioni in pazienti clinicamente instabili.

Le tre strutture CTS rispondono al requisito di un numero minimo di 400-500 casi/anno, con un numero dei casi trattati con trauma grave nei tre CTS che rappresenta circa il 23% del totale.

Sistema Integrato per l'Assistenza al Trauma