Sei in: Home \ sanita' \ sala stampa \ dettaglio notizia

Consiglio Europeo della Ricerca: primi bandi del nuovo programma di finanziamento Horizon Europe 2021

Il Consiglio europeo della ricerca (European Research Concil-ERC) offre sovvenzioni a ricercatori di alto livello, provenienti da tutte le parti del mondo.

17/03/2021 - Il work programme 2021 stanzia circa 1,9 miliardi di euro per la realizzazione di diverse azioni, tra cui tre inviti a presentare proposte suddivisi in:
  • sovvenzioni di avviamento (Starting grant),
  • sovvenzioni di consolidamento (Consolidator grant)
  • sovvenzioni per ricercatori esperti (Advanced grant).
Il primo bando Starting grant ha l’obiettivo di supportare ricercatori di alto livello ad avviare una propria équipe o un proprio programma di ricerca indipendente.

Il bando è rivolto a ricercatori di qualsiasi nazionalità che abbiano 2-7 anni di esperienza dal completamento del dottorato di ricerca; le proposte progettuali possono riguardare qualsiasi campo di ricerca. Il progetto deve essere condotto presso un'organizzazione di ricerca pubblica o privata (Host Institution) situata in Stati membri dell'UE o nei paesi associati.

Il contributo massimo per ciascun progetto di ricerca della durata di 5 anni è di € 1.500.000.

Scadenza 8 aprile 2021.

Il secondo bando Consolidator grant è rivolto a ricercatori che stanno consolidando la propria équipe o il proprio programma di ricerca indipendenti

Il bando è rivolto a ricercatori di qualsiasi nazionalità che abbiano 7-12 anni di esperienza dal completamento del dottorato di ricerca; le proposte progettuali possono riguardare qualsiasi campo di ricerca. Il progetto deve essere condotto presso un'organizzazione di ricerca pubblica o privata (Host Institution) situata negli Stati membri dell'UE o nei paesi associati.

Il contributo massimo per ciascun progetto di ricerca della durata di 5 anni è di € 2.000.000

Scadenza 20 aprile 2021

Dal 20 maggio al 31 agosto, invece, sarà possibile partecipare al terzo bando Advanced grant, rivolto ai ricercatori affermati, con una dotazione di 626 milioni euro.