Sei in: Home \ sanità \ tempi di attesa prestazioni sanitarie

PIANO REGIONALE PER IL GOVERNO DELLE LISTE D’ATTESA 2017-2018
Decreto del Presidente in qualità di Commissario ad Acta n. 110 del 11.04.2017

Al Centro Unico di Prenotazione delle prestazioni del Servizio Sanitario Regionale (RECUP Lazio) convergono, attraverso vari canali, le richieste di prenotazione del cittadino per le visite ambulatoriali e le prestazioni diagnostiche che vengono erogate dal Servizio Sanitario Regionale.
Il dato relativo al monitoraggio dei tempi di attesa riguarda esclusivamente prestazioni prenotate come 'PRIMA VISITA' e non quelle relative a percorsi riservati per pre e post ricoveri o accertamenti programmati.
Con l'adozione del DCA n. 110 del 11.04.2017 si sono ridisegnati i percorsi per l'abbattimento delle liste di attesa delle prestazioni critiche, con particolare riferimento alle 8 ecografie critiche ed alle visite specialistiche di oculistica, cardiologia e dermatologia.
Il sistema di computo dei tempi delle liste di attesa deve tener conto di questa nuova modalità, motivo per cui nelle more della definizione tecnica del sistema automatico di calcolo viene riportato, ai fini della dovuta trasparenza, un report riepilogativo dei tempi di attesa per le prestazioni oggetto del DCA 110 dell'11.04.2017.

Garanzia e tempi di attesa
La 'garanzia' del tempo massimo di attesa è un elemento che riguarda direttamente il ruolo di tutela della salute della popolazione residente (o assistita) proprio della ASL: ciascuna azienda territoriale deve infatti essere in grado di dimensionare e governare la propria offerta al fine di soddisfare la domanda espressa.
L’ambito territoriale di garanzia viene definito in base alla residenza del cittadino e tale garanzia decade qualora l’assistito scelga liberamente di prenotare la prestazione presso una struttura specifica (ospedale e/o ambulatorio), rinunciando alla prima disponibilità offerta in ambito di garanzia e nel rispetto dei tempi massimi stabiliti. Pertanto, nella fase di prenotazione, deve essere acquisita l’informazione circa il fatto che la prestazione sia/non sia stata prenotata “in garanzia”.

Metodologia utilizzata per calcolare i tempi d’attesa
Per ogni settimana viene calcolata in una giornata specifica (giornata indice) il tempo medio di prenotazione per classi di priorità effettuando, per Azienda, 5 tentativi tra le 10 agende di prenotazione con minor tempo di attesa.

Classi di priorità:
Urgente: da eseguire entro 3 giorni
Breve: da eseguire entro 10
Differibile: da eseguire entro 30 giorni per le visite e 60 giorni per la diagnostica.