Sei in: Home \ sanita' veterinaria e sicurezza alimentare \ sanita' degli animali allevati

SANITA' DEGLI ANIMALI ALLEVATI

Nel campo della sanità animale sono stati raggiunti obiettivi di buon consolidamento dei livelli ordinari di attività in tutti i settori d’intervento. La situazione sanitaria del patrimonio zootecnico regionale, in forza dei piani di eradicazione e di sorveglianza messi in atto da anni, può essere considerata sotto controllo, pur permanendo in alcune parti del territorio situazioni critiche relativamente alla lotta ed eradicazione di alcune malattie.

Tutte le azioni e attività messe in campo sono conformi alla nuova strategia per la salute degli animali dell’Unione europea (2007-2013): “Prevenire è meglio che curare”, che ha fissato alcuni obiettivi ambiziosi per migliorare la salute degli animali.

Gli obiettivi della strategia, sono:
  1. assicurare un livello elevato di salute pubblica riducendo l’incidenza di rischi biologici e chimici per l’uomo
  2. promuovere la salute degli animali con la prevenzione/riduzione dell’incidenza delle malattie degli animali
  3. sostenere, l’allevamento e l’economia rurale
  4. migliorare la crescita economica/coesione/competitività garantendo la libera circolazione delle merci e movimenti proporzionati per gli animali
  5. promuovere le pratiche di allevamento e il benessere degli animali per prevenire i pericoli collegati alla salute degli animali e minimizzare l’impatto ambientale .
Pertanto, la strategia si avvale del principio secondo cui i controlli non devono essere più concentrati sul prodotto finale, ma distribuiti lungo tutto il processo di produzione, con una visione complessiva “dai campi alla tavola”.

Per la gestione delle attività, sono stati messi a punto appositi sistemi informativi sia nazionali (portale VETINFO del Ministero della Salute) che regionali (SIEV – Sistema Informativo per l’Epidemiologia Veterinaria) che hanno contribuito a gestire le informazioni epidemiologiche e a migliorare il sistema di raccolta dati provenienti dal territorio.

Per tutelare la salute dell’uomo, attraverso un capillare lavoro sul mondo animale, è necessario garantire la salvaguardia del patrimonio zootecnico, la salute degli animali attraverso la prevenzione, il controllo e l’eradicazione delle malattie che possono interessarli.