GEO.On-line: Il portale per la diffusione di servizi geografici. Report al 31 ottobre 2017

Rapporto 2016-09-30
20/11/2017 - Con GEO.On-Line la Regione Lazio mette a disposizione della collettività un servizio di consultazione dei dati cartografici efficiente ed adeguato alle nuove tecnologie.

Il servizio GEO.On-Line, pensato per favorire la condivisione dei dati cartografici, ha sostituito il vecchio geoportale SITR a partire dal mese di gennaio 2015 e costituisce per gli utenti un punto di accesso privilegiato al patrimonio cartografico della Regione.

La piattaforma web è stata realizzata in modo da essere utilizzata anche attraverso dispositivi mobili quali tablet e smartphone e consente la visualizzazione dei dati e l’interrogazione delle banche dati disponibili presso il SITR con diversi criteri. 

Al 31 ottobre 2017 risulta consolidato fortemente il trend di crescita per quanto riguarda sia le visualizzazioni che le attivazioni di nuove utenze e le sessioni di utilizzo, confermando l'efficacia del servizio offerto.

Dai dati disponibili dal monitoraggio del sito è possibile constatare come, in rapporto al medesimo periodo del 2016, gli utenti e le sessioni siano aumentate, rispettivamente, da 16.811 a 22.737 e da 30.169 a 43.068 con un incremento effettivo del 35% e del 43%.

Ma il dato più significativo restano le visualizzazioni di pagina che segnano un ulteriore incremento del 35% (da 124.970 a 169.136). Questo dato assume una particolare importanza se lo si confronta con l’andamento delle nuove visualizzazioni: nel periodo preso in esame il numero delle nuove sessioni è diminuito (- 6,21%), mentre si è consolidato il numero dei visitatori “storici”. Ciò indica che l’incremento del 35% di visualizzazioni è da imputare agli utenti che sempre più numerosi fruiscono abitualmente dei servizi del Geoportale, dimostrandone l’utilità e la velocità di risposta (Durata della sessione media = - 2.18%).

I dati relativi alla frequenza di rimbalzo (che descrive le sessioni in cui gli utenti abbandonano il sito dalla pagina in cui sono entrati, senza interagirvi perché non interessati o non attratti dagli argomenti) segna un leggero aumento (31% vs 28,5%). Il fenomeno sottolinea che ad accedere ai servizi sono in primo luogo utenti che utilizzano sempre più frequentemente il sito e che i servizi offerti dal Geoportale si rivolgono prevalentemente ad una categoria di utenti esperti (Tecnici e Professionisti).