Sei in: Home \ tributi \ tassa automobilistica \ bollo auto \ rimborsi

Rimborsi

Nel caso di richiesta di rimborso della tassa automobilistica pagata erroneamente due volte, o non dovuta, o pagata in eccesso, è possibile presentare l'istanza presso gli Uffici Provinciali ACI o presso le Delegazioni ACI, utilizzando il Modello di domanda appositamente predisposto, entro il terzo anno successivo (da calcolare per intero) dalla data del pagamento effettuato. (Esempio Pagamento effettuato il 03/03/2010, termine ultimo per effettuare l'istanza di rimborso 31/12/2013, intendendo per triennio le intere annualità 2010-2011-2012, più il corrente anno ).
N.B. Non si procede al rimborso della tassa automobilistica se l'importo da rimborsare, oneri compresi, non è superiore a € 16,53 ( L. R. n. 22/2009, art. 5 - limite di rimborsabilità).

L'istanza di rimborso deve essere presentata, per iscritto, su modulo predisposto o in carta semplice, firmata e datata dal richiedente. Ad essa deve essere allegato:
  • La fotocopia libretto di circolazione del veicolo per il quale si richiede il rimborso della Tassa Automobilistica;
  • La fotocopia della ricevuta del pagamento nel caso in cui si tratti di eccessivo pagamento;
  • L’originale della ricevuta di pagamento, in caso di pagamento non dovuto o doppio pagamento (in quest'ultimo caso occorre anche allegare la copia del corretto versamento);
  • La dichiarazione di disinteressenza del proprietario del veicolo, in genere società di leasing, con allegato l'originale del pagamento qualora il pagamento sia stato erroneamente effettuato dal contribuente in qualità di locatario del veicolo;
  • La fotocopia di documento di riconoscimento in corso di validità;
    “ Qualora l'istante abbia il documento scaduto, può produrre, in calce alla fotocopia del documento, una dichiarazione che attesta la validità e la veridicità delle informazioni in esso contenute, così come previsto dall'Art.45 comma 3 del D.P.R. 445/2000
  • Per il rimborso, occorre indicare necessariamente l’ IBAN del proprio Conto Corrente
  • In caso di mancata indicazione dell’IBAN, il rimborso avverrà mediante assegno di traenza (con spese postali attualmente dell’importo di € 2,83 a carico del destinatario), all’indirizzo indicato nella domanda di rimborso.
N.B. La modalità di accredito sul c/c è quella consigliata.

CARTELLE ESATTORIALI: RIMBORSI PER PAGAMENTI TASSA AUTOMOBILISTICA
Per quanto riguarda le richieste di rimborso per pagamenti inerenti alla tassa automobilistica, effettuati in base a cartelle esattoriali ricevute, la relativa istanza deve essere presentata, per competenza, alla Direzione Regionale Bilancio, Governo Societario, Demanio, Patrimonio - Area  Gestione Tassa Automobilistica e Recupero Crediti Regionali, Via Rosa Raimondi Garibaldi 7 00145 ROMA.  Per le relative informazioni si rimanda alla sezione dedicata del Contenzioso.