Sei in: Home \ urbanistica \ accesso al pubblico \ come suddividere archivi compressi

COME SUDDIVIDERE ARCHIVI COMPRESSI

Se i documenti da comprimere sono molti ed anche l’archivio compresso supera i 50 megabyte, è possibile suddividere tutta la documentazione in più file sequenziali compressi. La procedura, in questo caso, richiede un software specifico per la compressione; l’utente può utilizzare uno dei tanti software di compressione presenti sul mercato.             

A titolo esemplificativo, si descrive la procedura utilizzando il software open source “7-ZIP”:
  • Scaricare e installare il software di compressione 7-ZIP (https://www.7-zip.org);
  • Selezionare i documenti da trasmettere, cliccare con il tasto destro del mouse su uno di essi e quindi sulla voce del menu contestuale “7-ZIP” -> “Add to archive...”;
  • Inserire nel campo di testo posto sotto l’opzione “Split to volumes, bytes:”, il valore “45M”;
  • Premere il bottone “OK” per comprimere;
  • Il software crea una serie di file (file.zip.001, file.zip.002, e così via), di dimensione massima di circa 45 megabyte;
  • I singoli file .ZIP generati possono quindi essere trasmessi con distinte PEC al destinatario, riportando nell’oggetto il suffisso “ - PEC X di Y” (ad esempio, “Richiesta Autorizzazione - PEC 1 di 3”, “Richiesta Autorizzazione - PEC 2 di 3”, “Richiesta Autorizzazione - PEC 3 di 3”).