Sei in: Home \ urbanistica \ domande frequenti \ dettaglio domanda frequente

Piano Casa - Quali prescrizioni devono essere rispettate per realizzare i lavori di ampliamento ?

08/11/11 - • Gli ampliamenti devono essere realizzati nel rispetto di quanto previsto dalla normativa statale e regionale in materia di sostenibilità energetico-ambientale e di bioedilizia.
• Gli ampliamenti devono essere subordinati all’esistenza di opere di urbanizzazione primaria e realizzazione o adeguamento delle opere di urbanizzazione secondaria, ovvero al loro adeguamento o realizzazione, in relazione al maggiore carico urbanistico connesso al previsto aumento di volume o superficie utile degli edifici esistenti
• Gli ampliamenti devono essere subordinati alla realizzazione di parcheggi privati purché la superficie da destinare a parcheggio, calcolata in relazione all’entità dell’ampliamento, non sia inferiore a 20 metri quadrati.
• In caso di impossibilità, di adeguamento o di realizzazione di opere di urbanizzazione secondaria gli ampliamenti sono consentiti attraverso il pagamento un contributo straordinario pari al 50% degli oneri concessori dovuti.
• Per gli edifici costituiti da più unità immobiliari, le percentuali di ampliamento sono applicabili proporzionalmente alle singole unità e devono essere realizzati sulla base di un progetto unitario riguardante l’intero edificio, fatte salve le unità immobiliari dell’edificio dotate di specifica autonomia funzionale.
• Gli ampliamenti non si sommano con quelli eventualmente consentiti dalla presente legge nonché da altre norme vigenti, o dagli strumenti urbanistici comunali sui medesimi edifici.
• La destinazione d’uso degli edifici deve essere mantenuta per dieci anni dalla dichiarazione di ultimazione dei lavori relativi agli interventi di ampliamento.