Sei in: Home \ urbanistica \ domande frequenti \ dettaglio domanda frequente

Piano Casa - È possibile, in applicazione dell'art. 3 della l.r. n. 21/09, ampliare un edificio residenziale attualmente costituito da una sola unità immobiliare, e contestualmente frazionarlo creando due  o più unità immobiliari attribuendo l'ampliamento anche in rapporto non proporzionale o a totale carico di una delle unità immobiliari?

25/02/13 - Si, a norma dell'art. 3,  comma 3, in deroga agli strumenti urbanistici esistenti, è possibile contestualmente all' ampliamento nel limite del 20% della SUL esistente e comunque fino ad un massimo di 70 mq, anche il frazionamento dell'edificio esistente finalizzato alla realizzazione di nuove unità immobiliari.  È da ritenersi indifferente l'entità dell'ampliamento ed a quale o in che proporzione lo stesso è attribuito  ad una o ad entrambe le unità immobiliari derivate, a condizione, tuttavia, che ciascuna u.i. derivata abbia i requisiti per l'abitabilità.