Sei in: Home \ urbanistica \ sala stampa \ dettaglio notizia

HOUSING SOCIALE: IL NUOVO REGOLAMENTO DELLA REGIONE

Approvato il nuovo Regolamento per la gestione degli alloggi per l’housing sociale. Contiene tante novità, regole nuove e più chiare e più trasparenza. E tra le altre cose prevede anche sanzioni per i proprietari che non rispettano le norme

16/02/2015 - Dopo la legge approvata a novembre  sul Piano Casa, la Regione ha presentato il nuovo Regolamento per la gestione degli alloggi per l’housing sociale. Il tutto rispettando i tempi previsti dalla legge per adeguare il regolamento alle nuove norme.

Novità, regole nuove e più chiare. I proprietari degli immobili saranno tenuti a rispettare le nuove norme sulla gestione degli alloggi a canone calmierato. Tra le novità c’è anche da rilevare lo snellimento delle procedure per l’individuazione dei soggetti a cui saranno affittati gli appartamenti. Ridefiniti e migliorati anche  i criteri per la determinazione dei canoni d’affitto secondo gli indirizzi della normativa nazionale sulla riforma delle locazioni.

Altre novità riguardano le modalità e i criteri per l’alienazione degli alloggi. I prezzi di vendita saranno riferiti alle quotazioni medie dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare. Una scelta che tiene conto della sostenibilità economico finanziaria degli interventi e che incentiva la realizzazione di nuove case con affitti a canone calmierato. L’obiettivo è sempre lo stesso: il rinnovo e la rigenerazione del patrimonio edilizio esistente, anche per rispondere al meglio al problema dell’emergenza abitativa.

Un ruolo centrale alle amministrazioni comunali nelle attività di controllo. La Regione ha introdotto la possibilità di adeguarsi  ai criteri e agli indirizzi del nuovo regolamento anche per chi già ha realizzato gli alloggi per l’housing sociale.  Il nuovo regolamento, tra l’altro, restituisce alle amministrazioni comunali un ruolo centrale nelle attività di controllo.

La nuova anagrafe dedicata all’housing sociale. La Regione la istituisce negli uffici comunali per monitorare al meglio i nuovi alloggi da destinare a canone calmierato. Viene mantenuto l’obbligo per i proprietari degli immobili  di trasmettere ai Comuni i contratti di affitto sottoscritti con i conduttori.

Sanzioni per i proprietari che non rispettano il regolamento. Le sanzioni non erano previste nel regolamento precedente e vanno a completare il nuovo scenario di regole per la gestione degli alloggi in housing sociale. E poi sono uno strumento importante per le attività di controllo e di prevenzione da parte delle amministrazioni comunali.