Sei in: Home \ ufficio relazioni con il pubblico \ accesso agli atti

    Accesso agli atti

    Cos'è il diritto di accesso ?
    È il diritto degli interessati ad esaminare ed eventualmente ottenere copia dei documenti amministrativi. Nel caso di copia e di ricerca del documento il richiedente è tenuto al solo rimborso dei costi sostenuti dall'Amministrazione.
    Per "diritto di accesso" si intende il diritto degli interessati di prendere visione e di estrarre copia di documenti amministrativi. ( Legge 241/90 e successive modifiche ed integrazioni - L.R. 57/93 - Regolamento di Giunta Regionale 01/02 e succ. mod. )

    Nei confronti di chi può essere esercitato il diritto di accesso?
    Il diritto di accesso può essere esercitato nei confronti dei soggetti di diritto pubblico e di diritto privato limitatamente alla loro attività di pubblico interesse.Cosa si intende per documento amministrativo?
    E' considerato documento amministrativo ogni rappresentazione grafica, fotocinematografica, elettromagnetica o di qualunque altra specie del contenuto di atti, anche interni o non relativi ad uno specifico procedimento, detenuti da una pubblica amministrazione e concernenti attività di pubblico interesse, indipendentemente dalla natura pubblicistica o privatistica della loro disciplina sostanziale. (Legge 241/90 e successive modifiche ed integrazioni - L.R. 57/93 - Regolamento di Giunta Regionale 01/02 e succ. mod. )

    Chi può esercitare il diritto di accesso?
    Tutti i soggetti privati (cittadini, associazioni, imprese, ecc.), compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi, che abbiano un interesse diretto, concreto ed attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l'accesso. (Legge 241/90 e successive modifiche ed integrazioni - L.R. 57/93 - Regolamento di Giunta Regionale 01/02 e succ. mod. )

    A chi deve essere presentata la richiesta di accesso?
    La richiesta formale può essere indirizzata all'ufficio che detiene l'atto ovvero all'Ufficio per le relazioni con il pubblico.
    La richiesta indirizzata a struttura diversa da quella competente viene trasmessa direttamente da questo all'Ufficio per le relazioni con il pubblico che provvederà al successivo corretto inoltro della domanda e a darne conseguente comunicazione all'interessato. ( art. 453 e ss. Regolamento della Giunta Regionale n.01/2002).

    Come si esercita il diritto di accesso?
    La richiesta formale e' redatta in carta libera, preferibilmente mediante l'utilizzo di apposito modulo prestampato in triplice copia dall'amministrazione, e deve in ogni caso essere firmata dal richiedente. Una delle copie e' destinata all'Ufficio per le relazioni con il pubblico per lo svolgimento delle relative funzioni statistiche e di controllo.
    Il modulo è disponibile in formato doc e pdf nella sezione 'Allegati'.

    Quali sono i compiti dell'Ufficio per le relazioni con il pubblico ?
    1. Con riguardo al diritto di accesso, l'Ufficio per le relazioni con il pubblico provvede a:
    a) fornire al cittadino tutte le informazioni sulle modalità di esercizio del diritto di accesso e sui relativi costi;
    b) indirizzarlo, per l'avvio del procedimento informale o formale, alla struttura competente assumendo con questa gli opportuni contatti ovvero soddisfare le richieste accoglibili in via informale presso l'ufficio stesso;
    c) curare direttamente i procedimenti di accesso formale attribuiti dall'amministrazione alla sua competenza;
    d) accogliere ed istruire un primo esame delle doglianze e dei reclami in materia di diritto di accesso, favorendo i necessari chiarimenti con gli uffici;
    e) curare rilevazioni statistiche inerenti all'esercizio del diritto di accesso. ( art. 459 Regolamento Giunta Regionale n. 01/2002 )

    Quanto costa esercitare il diritto di accesso?

    A - Tariffe per il rimborso delle spese di ricerca:

    1. Per documenti con data:
    a) non anteriore a 1 anno: euro 0,50;
    b) oltre 1 e fino a 10 anni: euro 2,50;
    c) oltre 10 e fino a 20 anni: euro 5,00;
    d) oltre 20 anni: euro 10,00;

    2. Per tutti i documenti recanti disposizioni di carattere generale quali deliberazioni di natura regolamentare, convenzioni tra enti e simili che continuano a produrre effetti giuridici si applica comunque la tariffa da euro 0,50.

    B - Tariffe per la riproduzione dei documenti e dei loro allegati.

    3. Costi di riproduzione:
    a) riproduzione fotostatica fino al formato A 4 euro 0,10 a facciata;
    b) riproduzione fotostatica per formati A 3 euro 0,20 a facciata;
    c) costo di stampa di documenti ricavati da microfilm euro 0,40 a foglio;
    d) costo di stampa di documenti ricavati da memorizzazione informatica euro 0,15 a foglio.

    4. Le riproduzioni fotostatiche di documenti appartenenti all'archivio storico sono autorizzate esclusivamente a giudizio insindacabile del dirigente.

    5. Per accertate ragioni di studio e' prevista la gratuità delle ricerche di documenti conservati presso l'archivio storico.

    Il richiedente dovrà eseguire, preventivamente, i versamenti sul conto indicandovi la giusta causale ed allegando la relativa ricevuta all'istanza per l'accesso agli atti.

    A mezzo bonifico bancario:

    C/C n.000400000292 intestato Regione Lazio presso Unicredit spa, in via R.R. Garibaldi 7, Roma 00145 
    IBAN: IT 03 M 02008 05255 000400000292 Codice banca: 02008 Filiale: 30151
    Filiale: ROMA REGIONE LAZIO 2

    oppure a mezzo versamento postale:

    C/C Postale 785014, intestato Regione Lazio con IBAN: IT50A0760103200000000785014

     

    Modalità di presentazione
    le domande di Accesso agli Atti, redatte utilizzando lo specifico modulo disponibile in questa pagina web, potranno essere inoltrate all'URP regionale, allegando la copia di un documento di riconoscimento in corso di validità del richiedente e di eventuali deleghe di rappresentanza, nelle seguenti modalità  :
    1. a mezzo posta ordinaria , indirizzando la richiesta a:
      Regione Lazio - Ufficio Relazioni con il Pubblico via R. R. Garibaldi 7 - 00145 Roma
        
    2. di persona consegnando la domanda presso l'Ufficio Accettazione Posta della Regione Lazio sito in via R. R. Garibaldi 7 - 00145 Roma,
      nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle 14,00 e dalle 14,30 alle 17,00.
        
    3. a mezzo Fax al numero 06/51683840
       
    4. a mezzo posta elettronica 
      all'indirizzo urp@regione.lazio.it

      indicando precisamente nell'Oggetto della Mail: Domanda di Accesso agli Atti
      .
    Oppure a mezzo posta elettronica Certificata (PEC) all'indirizzo urp@regione.lazio.legalmail.it
    indicando nell'oggetto della mail: Domanda di Accesso agli Atti