Sei in: Home \ ufficio relazioni con il pubblico \ sala stampa \ dettaglio notizia

    Approvazione Calendario Scolastico Regionale 2012/2013

    01/06/2012 - Con Deliberazione di Giunta Regionale n. 235 del 25/05/2012 (pubblicata sul sito www.regione.lazio.it alla voce Istruzione e Politiche Giovanili), è stato approvato il calendario scolastico regionale  per l'anno 2012/2013, come segue:

    a)      Nelle scuole primarie e nelle scuole secondarie di I e II grado, funzionanti nella Regione Lazio, le lezioni hanno inizio il 13 settembre 2012 e terminano il giorno 12 giugno 2013, per un totale, tenuto conto dei giorni di festività e di sospensione obbligatoria delle attività didattiche stabilite a livello nazionale, di 209 giorni utili per lo svolgimento delle attività medesime;

    b)      nella scuola dell'infanzia le attività educative iniziano il 13 settembre 2012 e terminano il 29 giugno 2013 per un totale di 224 giorni. 

    Calendario delle festività 

    Il calendario delle festività nazionali è determinato dal ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca come segue:

    -  tutte le domeniche;

    - 1° novembre: festa di tutti i Santi;

    - 8 dicembre: Immacolata Concezione;

    - 25 dicembre: Natale;

    - 26 dicembre: Santo Stefano;

    - 1° gennaio: Capodanno;

    - 6 gennaio: Epifania (domenica);

    - 01 aprile: Lunedì dell'Angelo;

    - 25 aprile: Anniversario della Liberazione;

    - 1° maggio: festa del Lavoro;

    - 2 giugno: festa nazionale della Repubblica;

    - Festa del Santo Patrono. 

    Sospensione delle lezioni 

    La sospensione delle lezioni è stabilita, oltre che nei giorni delle festività nazionali, nei seguenti periodi:

    - 02 e 03 novembre 2012, Ponte del 1° novembre;

    - dal 24 dicembre 2012 al 05 gennaio 2013, vacanze natalizie;

    - dal 28 marzo 2013 al 02 aprile 2013, vacanze pasquali;

    - 26 e 27 aprile 2013, ponte del 25 aprile.

     Compiti e facoltà delle Istituzioni  scolastiche

    Fermo restando l'obbligo di destinare allo svolgimento delle lezioni almeno 200 giorni - a cui va equiparata l'articolazione delle lezioni in non meno di cinque giorni settimanali con il rispetto del monte ore annuale, pluriennale o di ciclo di cui all'art. 5, comma 3, del D.P.R. n. 275/1999 - le Istituzioni Scolastiche, nell'esercizio dell'autonomia organizzativa e didattica, hanno facoltà di adattare il calendario scolastico regionale, all'interno dei 209 (che si riducono a 208 nell'ipotesi che la ricorrenza del Santo Patrono coincida con un giorno in cui siano previste lezioni) alle esigenze specifiche derivanti dal Piano dell'Offerta Formativa.

    I giorni eccedenti "almeno i 200 giorni obbligatori di lezione" fanno parte integrante del percorso didattico e devono, quindi, essere destinati all'arricchimento dell'offerta formativa, per cui non sono utilizzabili per vacanze o sospensione della didattica.

    Le deliberazioni relative al calendario scolastico sono assunte dai competenti organi collegiali delle Istituzioni scolastiche, in parallelo alla definizione del Piano dell'Offerta Formativa, di norma, entro il 30 maggio 2012, stipulate le opportune intese con gli enti territoriali preposti alla erogazione dei servizi per il diritto allo studio (mensa, trasporti, ecc.) e nel rispetto del CCNL.

     

     

    Adattamenti del calendario scolastico - termine per la comunicazione alla Regione Lazio

    Gli adattamenti del calendario scolastico possano riguardare la data di inizio delle lezioni, nonché la sospensione, in corso d'anno scolastico, delle attività educative e didattiche prevedendo, ai fini della compensazione, modalità e tempi di recupero in altri periodi dell'anno scolastico delle attività educative e didattiche e delle ore di lezione non svolte.

    Tutte le Istituzioni Scolastiche devono comunicare entro il 30 giugno 2012 il calendario scolastico adottato per l'anno scolastico 2012/2013 alla:

    - Direzione Regionale "Istruzione, Programmazione dell'Offerta Scolastica, Formativa, Diritto allo Studio e Politiche Giovanili" della Regione Lazio (e-mail fdellagiovampaola@regione.lazio.it ) con allegato lo stralcio del verbale e della delibera dell'organo collegiale;

     - all'Ufficio Scolastico Regionale  (e-mail direzione-lazio@istruzione.it);

     - all'Assessorato competente a fornire i servizi per il diritto allo studio del proprio Comune;

    Gli adattamenti del calendario, adottati in variazione del presente calendario scolastico regionale, devono essere debitamente motivati, e devono essere portati a conoscenza degli studenti, delle famiglie e delle istituzioni pubbliche preposte all'organizzazione del sistema scolastico e dei relativi servizi complementari.

    Non sono considerati adattamenti del calendario scolastico e quindi legittime, le riduzioni arbitrarie dei giorni di lezione dai 209 fino ai 200 obbligatori, ad eccezione di quelle attribuibili alla non accessibilità degli edifici per cause di forza maggiore o provvedimento di autorità.