“Coltivando s’impara”: al Renato Fucini torna l’orto didattico

23/07/2018 – Il Renato Fucini di Roma sperimenta un percorso di apprendimento sinergico, basato sulla conduzione dell’orto didattico e sull’analisi sensoriale dei prodotti.

L’Istituto comprensivo Renato Fucini è un habitué di “Sapere i Sapori”. Questa scuola, situata nella periferia nord-est della Capitale, da anni prende parte al progetto, tanto da averne fatto un punto fermo nella costruzione del percorso didattico dei propri studenti.

In genere, i progetti del Fucini iniziano con la realizzazione di un orto didattico, che gli studenti conducono per l’intero anno scolastico, durante il quale iniziano a comprendere il ciclo di vita delle piante e stabiliscono un primo contatto con la terra. Assieme alla cura dell’orto, nell’ultima edizione gli alunni hanno preso parte a tre laboratori di degustazione, guidati da un analista sensoriale esperto e dedicati ad alcuni alimenti-simbolo della nostra dieta: ortaggi di stagione, formaggi e latticini, pane e prodotti da forno.

Attraverso i singoli alimenti gli studenti hanno intrapreso un percorso di avvicinamento all’analisi sensoriale dei cibi, approfondendone le proprietà organolettiche e il gusto intrinseco.

La fase finale delle attività ha visto gli alunni impegnati nella realizzazione di un manuale di ricette familiari e di alcuni project work didattici, dedicati alla nutrizione e al cibo di qualità. Nel complesso, gli alunni coinvolti dal Fucini durante l’ultima edizione diSapere i Sapori” sono stati 210, provenienti da classi diverse, dalla prima alla quinta elementare.

Facebooktwittergoogle_plusmail