Sei in: Home \ la giunta regionale \ sartore
    assessore sartore
    ALESSANDRA SARTORE
    Assessore Politiche del Bilancio, Patrimonio e Demanio
    Laureata in giurisprudenza presso l'Università degli studi di Perugia, ha conseguito il Diploma di specializzazione in Diritto Amministrativo e scienze dell'amministrazione presso l'Università Federico II di Napoli.

    Ha conseguito l'abilitazione professionale all'insegnamento per la classe relativa a Discipline Giuridiche ed Economiche.

    E' iscritta al registro dei revisori contabili dal 1995.

    Nel 1978 ha iniziato la sua carriera al servizio dello Stato presso il Ministero per i beni e le attività culturali, e dal 1985 presso il Ministero del tesoro - Ragioneria generale dello Stato.

    Nel medesimo Ministero, nel 1996, diviene per concorso dirigente dei Servizi Ispettivi di Finanza e dal 2001 è dirigente generale presso la Ragioneria generale dello Stato.

    Ha coordinato, di recente, i gruppi di lavoro per l'adeguamento dei sistemi contabili delle amministrazioni pubbliche.

    Dal 2011 al 2013 è stata anche consigliere giuridico del Ministro per la coesione territoriale.

    Ha ricoperto cariche nell'ambito di organismi di controllo in rappresentanza del Ministero dell'economia e delle finanze.

    Ha svolto docenze in materia di finanza pubblica ed ha fatto parte di comitati e gruppi di lavoro su varie tematiche di finanza pubblica.
    assessore sartore
    ALESSANDRA SARTORE
    Assessore Politiche del Bilancio, Patrimonio e Demanio
    Via Rosa Raimondi Garibaldi , 7 - 00145
    Piano 7 - Assessorato al Bilancio
    E-mail: assbilancio@regione.lazio.it
    Telefono: 0651683592 - Fax: 0651684245


    Segreteria Assessore Politiche del bilancio, Patrimonio e demanio

    ACCORDO REGIONE-AGENZIA DEL DEMANIO:OPERAZIONI DI VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE

    03/03/2015 - Roma, 25 Febbraio 2015. Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e il Direttore dell’Agenzia del Demanio, Roberto Reggi hanno firmato oggi, presso la sede della Regione, gli accordi attuativi riguardanti operazioni di finanza immobiliare e di  valorizzazione del patrimonio regionale frutto di precedenti delibere di Giunta e risultato di un anno di intensa collaborazione istituzionale tra la Regione e l’Agenzia.

    Quello di oggi è un nuovo e importante passaggio formale che consente di entrare nella fase attuativa di significativi progetti speciali di valorizzazione e di avvio, mediante l’apporto di numerosi immobili regionali, del Fondo immobiliare “i3-RegioneLazio” istituito dalla società SGR Invimit SpA partecipata al 100% dal Ministero dell’Economia.

    “L’Accordo che abbiamo siglato – dichiarano il Presidente Nicola Zingaretti e il Direttore Roberto Reggi - è un esempio di come la collaborazione tra istituzioni possa produrre straordinari risultati. La Regione ha un immenso patrimonio immobiliare e l’Agenzia del Demanio possiede il know how in tema di patrimoni pubblici. Insieme abbiamo tracciato un percorso strategico che, grazie al supporto tecnico e alle competenze dell’Agenzia, ha permesso di ottenere in prima battuta una mappatura di tutti gli immobili regionali e adesso di entrare nel vivo delle specifiche operazioni di valorizzazione con effetti virtuosi sullo sviluppo del territorio e sul risanamento del debito”.

    Secondo quanto previsto dall’accordo per le operazioni di valorizzazione, finalizzate a generare reddito tramite lo strumento della concessione, la Regione potrà richiedere il supporto dell’Agenzia nella predisposizione e attuazione di specifiche azioni, tra cui:

    - la predisposizione delle due diligence immobiliari, con analisi conoscitiva preliminare degli immobili da valorizzare;

    - la definizione degli scenari di valorizzazione;

    - l’elaborazione di studi di fattibilità tecnico-urbanistica, giuridico-amministrativa ed economico-finanziaria degli scenari di valorizzazione prefigurati.

    Tra i principali progetti si evidenzino la valorizzazione del Castello di Santa Severa attraverso una partnership pubblico-privato e quella dell’azienda agricola di  Castel di Guido, al termine dell’iter amministrativo di acquisizione da parte della Regione Lazio, di concerto con il Comune di Roma.

    Per quanto riguarda il Fondo immobiliare “i3-Regione Lazio” istituito dalla INVIMIT, l’Accordo con l’Agenzia del Demanio prevede, tra le attività principali:

    - l’analisi del portafoglio da indirizzare all’operazione di finanza immobiliare;

    - la strutturazione preliminare e la verifica del business plan dell’operazione;

    - la raccolta informativa dei dati richiesti.

    L’iter per la costituzione del fondo immobiliare è iniziato a luglio dello scorso anno con la delibera di Giunta n. 513 del 29/07/2014 che ha individuato un primo elenco di 52 compendi immobiliari al fine di consentire alla INVIMIT SGR S.p.A. l’analisi di tale portafoglio e verificare la possibilità dell’apporto al Fondo. Il 23 dicembre 2014 la INVIMIT ha costituito il fondo a gestione diretta denominato “i3-Regione Lazio”. Con una prossima delibera di Giunta, si procederà al primo effettivo apporto al Fondo di 8 compendi per il valore di circa 46 milioni di euro che saranno utilizzati per la riduzione del debito regionale.
     

    RICERCA