Sei in: Home \ la giunta regionale \ sartore
    assessore sartore
    ALESSANDRA SARTORE
    Assessore Politiche del Bilancio, Patrimonio e Demanio
    Laureata in giurisprudenza presso l'Università degli studi di Perugia, ha conseguito il Diploma di specializzazione in Diritto Amministrativo e scienze dell'amministrazione presso l'Università Federico II di Napoli.

    Ha conseguito l'abilitazione professionale all'insegnamento per la classe relativa a Discipline Giuridiche ed Economiche.

    E' iscritta al registro dei revisori contabili dal 1995.

    Nel 1978 ha iniziato la sua carriera al servizio dello Stato presso il Ministero per i beni e le attività culturali, e dal 1985 presso il Ministero del tesoro - Ragioneria generale dello Stato.

    Nel medesimo Ministero, nel 1996, diviene per concorso dirigente dei Servizi Ispettivi di Finanza e dal 2001 è dirigente generale presso la Ragioneria generale dello Stato.

    Ha coordinato, di recente, i gruppi di lavoro per l'adeguamento dei sistemi contabili delle amministrazioni pubbliche.

    Dal 2011 al 2013 è stata anche consigliere giuridico del Ministro per la coesione territoriale.

    Ha ricoperto cariche nell'ambito di organismi di controllo in rappresentanza del Ministero dell'economia e delle finanze.

    Ha svolto docenze in materia di finanza pubblica ed ha fatto parte di comitati e gruppi di lavoro su varie tematiche di finanza pubblica.
    assessore sartore
    ALESSANDRA SARTORE
    Assessore Politiche del Bilancio, Patrimonio e Demanio
    Via Rosa Raimondi Garibaldi , 7 - 00145
    Piano 7 - Assessorato al Bilancio
    E-mail: assbilancio@regione.lazio.it
    Telefono: 0651683592 - Fax: 0651684245


    Segreteria Assessore Politiche del bilancio, Patrimonio e demanio

    SARTORE: "SOCIETA' REGIONALI, CONTROLLI PIU' SERRATI E PROCEDURE SELETTIVE PER SCELTA DIRETTORI GENERALI"

    07/03/2016 - “Abbiamo aggiunto un altro tassello importante al riordino complessivo della galassia delle società regionali che ha già prodotto accorpamenti e fusioni con un evidente snellimento ed efficientamento della macchina amministrativa”. Lo ha dichiarato l’assessore Alessandra Sartore in occasione della presentazione di LazioCrea Spa. 

    “La giunta ha infatti adottato la direttiva sul sistema dei controlli sulle società in house della regione Lazio. Le tipologie di controllo che s’introducono sono quello strategico, di gestione, sulla qualità dei servizi e sulla situazione economica, finanziaria e patrimoniale delle società.

    Il controllo “analogo” che da adesso in poi applicheremo anche ai bilanci delle società, - ha spiegato l’assessore -  ci consentirà di avere un controllo ancora maggiore sulle nostre partecipate e di migliorare, quindi, la qualità dei servizi erogati dalle società regionali.

    “Con la direttiva, che accoglie anche le osservazioni della corte dei conti su questa materia, - ha aggiunto - si stabilisce quindi una costante verifica delle condizioni di equilibrio contabile delle società partecipate con l’obiettivo di accertare il pareggio dei costi del servizio con i ricavi ottenuti per le prestazioni erogate.

    “S’impegnano inoltre le strutture regionali a rendere efficace ed effettivo il funzionamento delle attività di controllo. La delibera introduce anche modalità e procedure selettive trasparenti per la scelta dei manager e del personale delle società partecipate.

    “Gli organi amministrativi delle società – ha concluso l’assessore -  devono adeguare i propri statuti e regolamenti interni alle nuove disposizioni mentre il compito di vigilare sugli adempimenti è affidato agli organi di controllo delle stesse società. Le società regionali hanno sei mesi di tempo per adeguarsi alla direttiva”.
     

    RICERCA