RICOSTRUZIONE LAZIO - Anna e Roberta, Operatori Locali di Progetto al servizio del territorio

Speciale terremoto anna robertaAnna e Roberta sono Operatori Locali di Progetto nelle zone terremotate della Regione Lazio.

Alla domanda sul perché si trovano a ricoprire il ruolo di OLP nei progetti di Servizio Civile Nazionale per le zone terremotate della Regione Lazio, hanno risposto: “Un modo per mettere a disposizione le proprie competenze in un momento così critico per questo territorio”.

Anna è assistente sociale nella Asl di Rieti dove ha sempre lavorato nell’area delle dipendenze patologiche, mentre Roberta è dipendente del Ministero dei Beni Culturali, in forze nell’ufficio del sovraintendente speciale per le aree colpite dagli eventi sismici del 2016.
Subito dopo il terremoto di Amatrice mi è stata chiesta la disponibilità per collaborare alla gestione dei progetti sociali nell’area del cratere.” – dice Anna, OLP per il progetto “Dalle persone alla comunità” – Mi è sembrato doveroso dedicare questo ultimo anno lavorativo (sono alle porte della pensione) a questo incarico. Sino ad oggi abbiamo lavorato per costruire la rete tra le diverse realtà coinvolte (istituzioni locali e nazionali, associazioni, cittadinanza...), per condividere obiettivi, mettere a frutto le esperienze e le buone pratiche…Ma molto c’è ancora da fare.”
Per Roberta questa è la prima esperienza con i volontari e non le mancano entusiasmo e buona volontà. “So che i ragazzi che arriveranno nel nostro progetto “SiRiparte con il patrimonio artistico e la cultura”, sono fortemente motivati. – dice – I compiti che dovranno svolgere (registrazione dei dati, catalogazione, etc) possono sembrare ripetitivi e di poca importanza, mentre sono fondamentali per un ritorno veloce alla normalità nei territori colpiti dal terremoto.”
Il sisma” – spiega Anna – “ha modificato profondamente le abitudini di vita delle persone, che vivono una grande sofferenza anche a causa della perdita della loro quotidianità (banalmente fare la spesa, preparare il pranzo/la cena, etc). I progetti in campo, nei quali verranno inseriti anche i volontari di Servizio Civile – prosegue – avranno il grande compito di favorire la rigenerazione delle persone. I ragazzi in questo potranno dare un grande contributo di prossimità e di vicinanza, restituendo alle popolazioni colpite la voglia di vivere, di rinascere…di futuro, che i giovani incarnano naturalmente.”

 

 Leggi l'introduzione allo Special "Ricostruzione Lazio"

 

Visualizza tutte leStorie