Sei in: Home \ la giunta regionale \ smeriglio
    assessore smeriglio
    MASSIMILIANO SMERIGLIO
    Vicepresidente
    Assessore Formazione, Diritto allo Studio, Università e Ricerca, Attuazione del Programma, Protezione civile
    E' nato a Roma l'8 maggio 1966; è sposato ed ha tre figli.

    Sì è laureato in Lettere-Storia Moderna presso l'Università La Sapienza di Roma; ha conseguito un Master in Comunicazione presso l'ICEI.

    Ha seguito i corsi di formazione del Ministero del Lavoro per la "Gestione delle Risorse Umane nelle organizzazioni che si occupano di servizi alla persona"  e per "progettisti della formazione", ed il corso di perfezionamento in tecnologie dell'insegnamento presso l'Università degli Studi Roma Tre.

    Dal 2000 al 2011 è stato Docente presso la facoltà di Scienze della Formazione - Università degli Studi Roma Tre.

    Ha lavorato per diverse imprese ed enti nel settore della formazione, comunicazione d'impresa e gestione delle  risorse umane. 

    Ha pubblicato numerosi saggi e due romanzi, "Garbatella combat zone" e "Suk ovest - banditi a Roma".

    Giornalista, collabora con diverse testate.

    Dal 2001 al 2006 è stato Presidente dell'XI Municipio di Roma.

    Dal 2006 al 2008 Deputato della Repubblica.

    Dal 2008 al 2012 Assessore al Lavoro e alla Formazione presso la Provincia di Roma.

    In seguito alla nomina a vicepresidente della Regione Lazio ha rinunciato all'incarico da deputato della Repubblica (eletto nel collegio Lazio 1).

    SCUOLA: APPROVATO IL CALENDARIO SCOLASTICO 2017/2018

    Sarà valido per tutte le istituzioni scolastiche regionali di ogni ordine e grado. Le lezioni, per il quarto anno consecutivo dopo l’approvazione del calendario pluriennale, inizieranno il 15 settembre 2017 e termineranno l’8 giugno 2018. Per le scuole dell’infanzia il termine è il 30 giugno 2018. Le singole istituzioni scolastiche, nella propria autonomia, avranno la possibilità di effettuare degli adattamenti al calendario regionale

    01/06/2017 - 

    La Regione Lazio ha ratificato il calendario per l’anno scolastico 2017/2018. Sarà valido per tutte le istituzioni scolastiche regionali di ogni ordine e grado. Le lezioni, per il quarto anno consecutivo dopo l’approvazione del calendario pluriennale, inizieranno il 15 settembre 2017 e termineranno l’8 giugno 2018. Per le scuole dell’infanzia il termine è il 30 giugno 2018. 

    Le singole istituzioni scolastiche, nella propria autonomia, avranno la possibilità di effettuare degli adattamenti al calendario regionale, purché siano garantite l’apertura entro e non oltre il 15 settembre e la chiusura l’8 giugno, con un numero minimo di 206 giorni di lezione (per gli Istituti scolastici che hanno l’orario articolato su 6 giorni alla settimana); numero minimo di 171 giorni di lezione (per gli Istituti scolastici che hanno l’orario articolato su 5 giorni alla settimana).

    La sospensione delle lezioni è stabilita per le seguenti festività nazionali:

    -     1° novembre
    -     8 dicembre
    -     25 dicembre
    -     26 dicembre
    -     1° gennaio
    -     6 gennaio
    -     1° aprile - Pasqua
    -     2 aprile Lunedì dell’Angelo
    -     25 Aprile
    -     1° maggio
    -     2 giugno
    -     Festa del Santo Patrono.
    -     Scuole chiuse, inoltre, dal 23 dicembre 2017 al 6 gennaio 2018 per le vacanze di Natale e dal 29 marzo al 3 aprile 2018 per quelle pasquali

    “A pochi giorni dalla chiusura dell’anno scolastico, confermiamo il calendario pluriennale, strumento adottato per venire incontro alle esigenze organizzative di scuole, alunni e famiglie- parole del vicepresidente con delega alla Scuola, Massimiliano Smeriglio, che ha aggiunto: la Regione Lazio nei prossimi mesi concluderà la consegna in tutte le scuole secondarie di secondo grado del kit 3D formato da stampante, scanner, tablet e piattaforma digitale, già consegnato in 200 scuole; mentre con Scuola di Squadra le nuove attrezzature sportive sono arrivate in 230 istituti. Parallelamente a questi due progetti proseguiamo sulla strada dell’incremento dell’offerta formativa grazie al bando Fuoriclasse riservato ai progetti speciali per le scuole”.

    Scrica lo schema QUI

     

    RICERCA