menù principale per la navigazione

  1. menù argomenti correlati
  2. contenuto della pagina
  3. servizi
Siete qui: Homepage / Stima delle Superfici e Produzioni delle Coltivazioni Agrarie, Floricole e delle Piante Intere da vaso

Stima delle Superfici e Produzioni delle Coltivazioni Agrarie, Floricole e delle Piante Intere da vaso


Stima delle Superfici e Produzioni delle Coltivazioni Agrarie, Floricole e delle Piante Intere da vaso

L'indagine "Stima delle superfici e produzioni delle coltivazioni agricole" è un rilevazione mensile prevista dal Programma Statistico Nazionale (IST - 02049), conformemente al protocollo d'intesa tra Istat, Ministero delle Politiche Agrarie Alimentari e Forestali, Regioni e Province autonome.
La rilevazione si basa su una tecnica d'indagine di tipo estimativo, per cui, a partire dai risultati censuari, gli esperti di agricoltura a livello locale,dislocati sul territorio, forniscono periodicamente una valutazione delle variazioni delle superfici e delle rese, su base provinciale, rispetto all'annata agraria precedente. Le stime degli esperti possono includere i risultati di verifiche dirette sul territorio, nonché le indicazioni provenienti da fonti esterne (ad esempio organismi professionali ed associazioni di produttori, fonti amministrative, fonti di dati ausiliari correlate con la coltivazione oggetto di stima). Le coltivazioni oggetto di indagine sono diverse per ogni mese e tengono conto dello stadio fenologico della coltivazione. Per questo motivo più di una stima può essere determinata per ciascuna coltivazione durante l'annata agraria. Il calendario di rilevazione è stabilito all'interno del Protocollo di intesa Istat-Mipaaf-Regioni.
I dati sono raccolti dalle Regioni e dalle Province Autonome che, compilando dei modelli mensili cadenzati secondo il ciclo vegetativo delle principali coltivazioni agricole, li inviano all'Istat. I dati raccolti sono utilizzati per ottemperare ai seguenti regolamenti comunitari: CE 357/79, CE 543/2009. Gli obblighi e le sanzioni in caso di inadempienza riguardanti i soggetti coinvolti nella rilevazione sono regolati dalla legge n. 322 del 6 settembre 1989 e sue successive modifiche.
I comparti interessati sono: i cereali da granella, le piante industriali, le leguminose, le orticole sia in pieno campo che in serra, i fruttiferi e l´olivo, le foraggere e la produzione di funghi
Le stime, a cadenza mensile nell´arco dell´anno, producono tre tipologie di dati: previsioni di semina, provvisori e definitivi. I dati raccolti, disaggregati per provincia, sono inviati mensilmente all'ISTAT.
Nel Lazio la stima di tali informazioni è a cura degli esperti delle Aree Sportello per l'Agricoltura(ASPA). Tale attività è sotto il coordinamento ed il controllo dell'Area Affari Generali della Direzione Regionale Agricoltura e dell'Ufficio Sistema Statistico Regionale, che fungono anche da intermediari con Istat.

Sistema Informatico per l’inserimento dei dati on -line

L’applicativo Indata (https://indata.istat.it/stima/) consente la raccolta e memorizzazione per il successivo invio all’Istat delle stime elaborate dagli uffici di statistica agraria delle Province.
Il minimo livello di acquisizione del dato è la provincia; quando disponibile, le stime possono essere registrate anche a un dettaglio territoriale maggiore (zona altimetrica o regione agraria Istat).
Il servizio web è ad accesso riservato da parte del personale provinciale / regionale coinvolto nell’esecuzione dell’indagine.

Data warehouse statistiche agricole congiunturali

Il data warehouse sulle statistiche agricole congiunturali consente la consultazione e la diffusione delle statistiche su superfici e produzioni delle coltivazioni agrarie raccolte attraverso le indagini estimative.
I dati sono resi disponibili in serie storica a decorrere dall’anno 2000, su I.Stat (http://dati.istat.it/?lang=it) , alla voce: "Agricoltura, Coltivazioni, Superficie e produzione"

Definizioni

Per superficie di una coltivazione si intende la superficie occupata dalla medesima nel corso dell'annata agraria (1º novembre-31 ottobre). La superficie è espressa in ettari, ad eccezione delle ortive che sono espresse in are.
Per produzione di una coltivazione si intende la produzione totale ottenuta nel corso della annata agraria di riferimento. Essa si identifica con il quantitativo fisicamente presente sulla pianta allo stato di frutto pendente al momento in cui hanno inizio le normali operazioni di raccolta. La produzione è espressa in quintali.

Contatti

Annita Piacentini, apiacentini@regione.lazio.it, 06.5168.8017
Laura Baldini, lbaldini@regione.lazio.it, 06.5168.5759






torna al menù