Sei in: Home \ ambiente \ educazione ambientale e alla sostenibilità (eas)

Educazione Ambientale e alla Sostenibilità (EAS)

L’International Union for Conservation of Nature definisce l’Educazione ambientale come “il processo per cui gli individui acquisiscono consapevolezza e attenzione verso l’ambiente, scambiano conoscenze, valori, attitudini ed esperienze che li renderanno in grado di agire, individualmente o collettivamente, per la risoluzione dei problemi attuali e futuri dell’ambiente”.

L’Educazione ambientale, modificatasi nel tempo a causa delle problematiche ambientali e la conseguente evoluzione del rapporto uomo-ambiente, assume oggi la sostenibilità come concetto fondante dell’azione educativa; essa ha il compito di consolidare la conoscenza e il rispetto dell’ambiente e dei suoi processi, nonché accrescere la consapevolezza della responsabilità individuale nel mantenimento, miglioramento e tutela della biodiversità, degli equilibri naturali, degli equilibri sociali ed economici che hanno effetti sulla salute delle persone e del pianeta e dei servizi ecosistemici (“benefici diretti e indiretti  forniti dai sistemi naturali al genere umano” nella definizione data dal Millenium Ecosystem Assessment).

L’Educazione ambientale, fra gli altri, ha lo scopo di “comprendere la complessità e interdipendenza delle sfide globali che caratterizzano la nostra epoca, acquisendo la consapevolezza che attraverso l’azione, anche quotidiana, e l’impegno comune si può promuovere la transizione verso una società più sostenibile” (Carta sull'Educazione Ambientale e lo Sviluppo Sostenibile, documento programmatico della Prima Conferenza Nazionale sull’Educazione ambientale, Roma 22-23 novembre 2016).

La Regione Lazio, in risposta a tali urgenze, si è dotata di uno strumento generale di indirizzo e coordinamento in materia di Educazione ambientale denominato “GENS: Strategia regionale per l’Educazione ambientale e alla Sostenibilità (EAS) delle Aree Naturali Protette del Lazio” approvata con Deliberazione di Giunta Regionale n. 421 del 7 luglio 2020.

La Strategia GENS, documento quadro di riferimento e strumento di programmazione regionale, tiene conto degli obiettivi internazionali espressi nell’Agenda 2030, il programma globale dell’ONU per lo Sviluppo sostenibile.

La Strategia GENS rappresenta la naturale evoluzione dello storico Programma di Educazione ambientale Gens, nato nel 2001 e realizzato dalle Aree Naturali Protette regionali e rivolto storicamente al mondo della Scuola. Tale esperienza pluridecennale ha promosso la consapevolezza dell’ambiente come patrimonio culturale comune e l’insostituibilità dei valori delle Aree Naturali Protette, oltre a favorire il senso di appartenenza al territorio.

La Strategia GENS è il frutto della progettazione partecipata svolta con gli operatori dell’Educazione ambientale delle Aree Naturali Protette regionali, iniziata nel 2016 con il Workshop dedicato, poi proseguita con l’istituzione di specifici gruppi di lavoro.

La progettazione partecipata, condotta entro tali orizzonti, ha anche contribuito alla redazione del “Catalogo GENS - Progetti di Educazione ambientale e alla Sostenibilità (EAS) delle Aree Naturali Protette regionali”, finalizzato a ripensare e aggiornare le azioni educative di Sistema.

Il Catalogo GENS costituisce l’Offerta educativa rivolta a destinatari diversificati, gli Istituti scolastici regionali pubblici e privati di ogni ordine e grado e altri Soggetti giuridici della società civile, a cui si accede attraverso l’apposito Bando di partecipazione.

Attraverso la pagina dedicata Open Data l’Area Educazione, Informazione, Coinvolgimento sociale in Materia ambientale e di Sostenibilità della Direzione Capitale Naturale Parchi e Aree Protette, pubblica i dati periodicamente aggiornati relativi agli Istituiti scolastici e agli Altri Soggetti giuridici che partecipano alle attività educative.

 

 

CONTATTI:

Direzione Regionale Capitale Naturale, Parchi e Aree Protette - Area Educazione, Informazione, coinvolgimento sociale in materia ambientale e di sostenibilità