Acquedotti

La Regione Lazio gestisce direttamente acquedotti realizzati dalla disciolta Cassa per il Mezzogiorno e trasferiti alla Regione Lazio nel 1983.

Attraverso tali impianti sono approvvigionati 19 comuni della Provincia di Rieti e 2 della provincia dell’Aquila; vengono erogati annualmente circa 5.000.000 di metri cubi di acqua potabile e fatturati ai comuni serviti circa 2.000.0000.di euro

La Regione si occupa del reperimento dell’acqua potabile e dell’avvicinamento della stessa alle reti di distribuzione comunali, il servizio all’utenza è realizzato a cura dei Comuni.

Il piano generale degli acquedotti, approvato con decreto del Presidente della Repubblica del 1968, poi modificato con variante per gli acquedotti della Regione Lazio, approvata con decreto interministeriale del 15 novembre 1976, è lo strumento attraverso il quale è determinato il fabbisogno idrico previsto all'anno 2015.

Tale strumento di programmazione dell'utilizzo della risorsa idrica, partendo dai dati di disponibilità dell'anno 1976, programma e tiene conto dell'esigenza idropotabile da oggi al 2015.

Compito di tale programmazione è anche quello di individuare le opere acquedottistiche necessarie e le opere di captazione e di derivazione necessarie all'approvvigionamento.