Sei in: Home \ ambiente \ garante del servizio idrico integrato \ garante del servizio idrico integrato \ consulta regionale utenti e consumatori

Consulta regionale utenti e consumatori

La Consulta degli Utenti e dei Consumatori del S.I.I. (ex art. 10 L.R. 26/98), conosciuta anche come Consulta idrica, è composta dai rappresentanti delle formazioni associative degli utenti riconosciute dal Comitato regionale degli utenti e consumatori di cui alla L.R. 10 novembre 1992 n.44, ed è stata istituita nell'ottobre del 1999.

La Consulta ha attualmente sede presso l'Assessorato Ambiente e Cooperazione tra i Popoli delle cui strutture si può avvalere per l'esercizio delle proprie attività ed iniziative.

La Consulta idrica è presieduta dal Garante Regionale del Servizio Idrico Integrato, che nomina tra i componenti il Vice Presidente ed il Segretario.

La Consulta viene convocata dal Presidente e si riunisce, in via ordinaria, con cadenza trimestrale e/o secondo un calendario concordato, in via straordinaria, su richiesta scritta di almeno un terzo dei componenti oppure in via d'urgenza.

Delle sedute della Consulta viene redatto un verbale, che viene trasmesso entro 10 giorni dall'approvazione (nella seduta successiva) al Comitato regionale degli utenti e consumatori (CRUC) di cui alla L.R. 44/92, e sul sito della Regione Lazio, nelle pagine riservate al Garante Regionale del Servizio Idrico Integrato.

Funzioni e attività della Consulta

La consulta acquisisce le valutazioni degli utenti sulla qualità dei servizi; promuove iniziative per la trasparenza e la semplicità nell'accesso ai servizi stessi; raccoglie informazioni statistiche sui reclami, sulle istanze e sulle segnalazioni degli utenti singoli o associati, in ordine alle modalità di erogazione del servizio ed alle tariffe applicate; formula proposte agli organismi di gestione e di controllo del servizio idrico integrato negli ambiti territoriali ottimali per la migliore tutela e garanzia degli utenti.

Nell'ambito della Consulta possono essere costituiti gruppi di lavoro con il compito di acquisire conoscenze o svolgere attività istruttorie per l'approfondimento e la valutazione di particolari tematiche afferenti le materie di competenza.

L'attività dei gruppi di lavoro è coordinata dal Presidente o, su mandato del Presidente, da un singolo componente, il quale ne raccoglie i risultati e riferisce alla Consulta.