Sei in: Home \ agricoltura \ domande frequenti \ dettaglio domanda frequente

PSR Lazio 2014/2020- Sottomisura 6.1 - “Aiuti all’avviamento aziendale per i giovani agricoltori.”

17/02/17 - 1) Dove è pubblicato il Bando della Sottomisura 6.1 “Aiuti all’avviamento aziendale per i giovani agricoltori”?

Il Bando della Sottomisura 6.1, approvato con Determinazione n. G03872 del 18 aprile 2016, è stato pubblicato sul BURL N. 32 del 21/04/2016 ed è disponibile sul sito http://lazioeuropa.it/psrfeasr.

Con la determinazione dirigenziale n. G015352 del 19/12/2016 della Direzione Regionale Agricoltura e Sviluppo Rurale, Caccia e Pesca, pubblicata sul BURL n. 103  del 27/12/2016 e disponibile sul sito Internet regionale al seguente indirizzo www.lazioeuropa.it,  è stato adottato il “testo consolidato”  del bando pubblico attuativo delle Misura 6.1 “Aiuti all’avviamento aziendale per i giovani agricoltori”.

2) L'insediamento in un'azienda agricola di adeguate dimensioni economiche deve avvenire in un'azienda preesistente oppure è possibile insediarsi e formare l'azienda "partendo da zero"?

Ci si può insediare sia in un'azienda pre‐esistente, che "partendo da zero" entrando cioè in possesso di terreni non censiti al SIAN (anagrafe aziendale); in entrambi i casi bisognerà costituire e aggiornare il Fascicolo aziendale. Infatti, la sotto misura incide su una serie di fabbisogni individuati a livello regionale tra cui quello di favorire il ricambio generazionale. Il bando prevede la possibilità di riconoscere un premio ai giovani che s'insediano per la prima volta in un’azienda agricola di adeguate dimensioni economiche in qualità di capo azienda. La Produzione Lorda Standard, necessaria a determinare la dimensione economica minima di accesso è pari a Euro 15.000,00/10.000,00, e sarà calcolata sulla base delle colture dell’azienda riportate nel fascicolo aziendale i cui dati, ivi inclusi quelli relativi alla consistenza zootecnica, devono essere aggiornati e allineati al momento della presentazione della domanda. L’insediamento da parte di un giovane agricoltore in una società, di qualsiasi natura essa sia,  deve avvenire in società di “nuova costituzione”, ovvero in società agricole formalmente costituite entro i 12 mesi antecedenti la pubblicazione del bando, ovvero il 21 aprile 2015.

3) Esiste un format per la delega che l’azienda deve rilasciare a favore del professionista incaricato a presentare domanda su SIAN? Servono tre preventivi anche per la scelta dei professionisti?

Per le modalità di presentazione informatica della domanda di sostegno si rinvia a quanto stabilito all’art.5 del testo consolidato bando della sottomisura 6.1 di cui alla determinazione n. G15352 del 19/12/2016 pubblicata sul sito http://lazioeuropa.it/psrfeasr nella sezione “PSR FEARS”.

4) I preventivi per quanto non ricompresi nei prezzari e nell’elenco dei costi di riferimento vanno richiesti e ricevuti via PEC?

I preventivi devono essere firmati e datati ed essere indipendenti tra loro ma non devono essere inviati via PEC.

5) Quali acquisti sono ammissibili? E’ ammissibile l’acquisto di animali, di macchinari usati, di terreni? Sono ammissibili i lavori di ristrutturazione e trasformazione di un annesso agricolo? Alla fine bisogna dimostrare il completamento del programma aziendale con fatture e giustificativi di spesa? 

Con il bando relativo alla sottomisura 6.1 vi è piene facoltà di scelta e sono ammissibili anche spese non ammesse con le altre tipologie di operazioni del PSR 2014/2020 perché la presente sottomisura non prevede contribuzioni sulle spese ma un sostegno indifferenziato per l’insediamento pari ad Euro 70.000,00. Le spese devono essere indicate ai fini della valutazione e dell’effettuazione del Piano di Sviluppo Aziendale. Il Piano di Sviluppo aziendale è infatti un elemento fondamentale per determinare l’accesso ai benefici previsti contribuendo all’assegnazione dei punteggi di cui ai criteri di selezione. Ciò che viene riportato nel piano stesso deve quindi essere completato nei termini e modi previsti, pena la decadenza della domanda. In fase di saldo finale (pagamento della seconda rata del premio) verrà verificato che i lavori, gli acquisti e tutto ciò che prevedeva il piano aziendale sia stato realizzato nei tempi e nei modi previsti nel piano stesso e verrà richiesta la dimostrazione del pieno possesso dei beni materiali acquistati.

6) Dove posso trovare la tabella dei costi standard degli interventi citata nell'articolo 7 del bando?

I prezzari di riferimento per il Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020” sono stati adottati con la Determinazione n. G04375 del 29/04/2016 pubblicata nel sito regionale all’indirizzo http://lazioeuropa.it/psrfeasr nella sezione “PSR FEARS”:

– sottosezione “Procedure attuative” (il testo dell’Atto completo degli allegati)

– sottosezione “Sistema Informativo” (solo gli allegati con le tabelle)

7) Il programma dettagliato degli investimenti afferente al piano aziendale può prendere in considerazione anche investimenti di pertinenza dell’OCM vino (ad esempio la realizzazione di una cantina e/o di un impianto di un vigneto)?

La misura 6.1 è un premio e non un contributo, per tale motivo la demarcazione non si applica.

Nell’ambito del Piano di Sviluppo Aziendale possono essere anche previste tipologie di investimento  non ammissibili nell’ambito attuativo di talaltre misure del PSR: pertanto tra gli investimenti da realizzare nel Piano di Sviluppo Aziendale possono essere inclusi anche tipologie di investimento ritenute non ammissibili nelle misure a contributo (4.1, 4.2, 6.4, ecc.) quali,  a titolo di esempio, investimenti finanziati esclusivamente nell’ambito delle Organizzazioni Comuni di Mercato (OCM ortofrutta, OCM vitivinicola, ecc.), l’acquisto di macchine e attrezzature usate, l’acquisto dei terreni,  interventi per l’irrigazione, ecc.

8) E’ ammissibile il passaggio di un’azienda tra coniugi nel caso in cui la moglie, titolare di impresa individuale (allevamento), con propria P. Iva, Camera di Commercio ed Iscrizione Inps chiude ogni posizione (P. Iva, CCIAA, Inps) rescinde i contratti e chiude l’allevamento, e il marito che si vuole insediare apre nuova P. IVA, CCIAA, Inps, un nuovo codice di stalla e sottoscrive contratti d’affitto a suo nome? Se la moglie chiude l’azienda e il marito apre tutte nuove posizioni c’è passaggio di titolarità?

Tale fattispecie non è ammissibile con la sottomisura 6.1 del PSR Lazio 2014/2020. Infatti l’art. 6 del Bando pubblico esclude i “semplici” passaggi di titolarità fra coniugi ad eccezione del caso di forza maggiore (decesso o grave infermità del coniuge) poiché lo spirito fondante della sottomisura 6.1 è quello del ricambio generazionale che in questo caso (come in tutti gli altri casi di passaggi di conduzione fra coniugi), non è assicurato e di facilitare l’insediamento per la prima volta di un giovane nell’azienda agricola.

9) I beneficiari possono non avere la cittadinanza italiana?

In ordine all’ammissibilità di primo insediamento da parte di giovani agricoltori con cittadinanza comunitaria o extracomunitaria il bando pubblico non prevede specifiche limitazioni. Ne consegue che cittadini anche di cittadinanza non italiana possono accedere al regime di aiuti attivato con la misura 6.1 a condizione che  siano rispettate tutte le altre condizioni di ammissibilità ed i requisiti previsti nel bando pubblico. 

10) C'è un limite minimo economico per gli investimenti del piano aziendale?

Per quanto riguarda il Piano aziendale non è previsto un limite minimo per gli investimenti, infatti il giovane può decidere anche di effettuare solamente investimenti immateriali, quali un corso di formazione; in questo caso non viene attribuito il punteggio relativo al miglioramento del rendimento globale dell’azienda di cui ai criteri di selezione;

11) Il calcolo dei 15.000 euro di produzioni standard da raggiungere nella domanda può essere fatto su superfici non a disposizione al momento della domanda, ad esempio sulla base di un ipotetica superficie che verrà acquistata con il finanziamento?

Il calcolo della Produzione Lorda Standard deve essere effettuata su superfici a disposizione del giovane al momento della presentazione della domanda di sostegno e presenti nel fascicolo aziendale.

12) Le produzioni standard, alle quali fa riferimento il bando nella parte relativa ai punteggi che vengono assegnati per le dimensioni economiche comprese fra 25.000‐50.000 Euro, e 50.001‐100.000 Euro, sono le stesse produzioni che emergono dal piano colturale che voglio attuare (le quali devono essere non minori di 15.000)? Le colture in questione devono necessariamente essere presenti sulla superficie al momento della domanda?

Il valore delle PLS è l’indicatore utilizzato per la verifica della condizione di ammissibilità relativa alla “dimensione minima aziendale” per l’accesso alla misura. Pertanto per tale requisito si fa riferimento al valore delle PLS al momento della presentazione della domanda di sostegno. Per il calcolo delle PLS relative alle superfici aziendali si tiene conto della consistenza territoriale risultante, a qualsiasi titolo, sul fascicolo unico aziendale del giovane agricoltore. Rimane fermo che per il computo dei redditi relativi a ciascuna coltivazione si prende a riferimento la coltura principale prevista nel  piano colturale aziendale relativo all’annata agraria di riferimento, consultabile e verificabile sul fascicolo unico aziendale: ne consegue che per talune colture, in funzione del momento in cui viene redatto il piano di sviluppo aziendale, le stesse possano non essere presenti in campo. Per quanto concerne le aziende con ordinamento misto e con presenza di bestiame aziendale le PLS potranno essere computate, sia prendendo a riferimento il numero dei capi di bestiame allevati e presenti in azienda, sia gli ettari relativi alle altre superfici agricole (colture arboree, seminativi, ecc.)  non destinate all’alimentazione del bestiame. Le modalità di calcolo ed i criteri di imputazione delle PLS dovranno essere esplicitati e chiariti nella relazione tecnica.

Per quanto concerne le superfici forestali le stesse non possono contribuire al computo delle PLS aziendali come, tra l’altro , espressamente specificato nelle tabelle predisposte dal CRA- INEA. 

13) All’art. 3 “Soggetti beneficiari” è specificato che possono partecipare giovani con età compresa tra i 18 e 40 anni al momento della presentazione della domanda di sostegno. All’art. 4 “Requisiti e condizioni di ammissibilità”, al comma 1 è specificato: “avere un’età compresa tra i 18 anni compiuti e non superiore a 40”. La domanda di sostegno può presentarla anche un potenziale beneficiario che ha compiuto 40 anni lo scorso mese di marzo?

L’art. 3 del Bando della Sottomisura 6.1 recita “sono soggetti beneficiari i giovani agricoltori con età compresa tra 18 e 40 anni al momento della presentazione della domanda di sostegno,”

L’art. 4 del bando pubblico afferma che il giovane deve “avere un’età compresa tra i 18 anni compiuti e non superiore ai 40”.

La Commissione Europea ha chiarito che il criterio di ammissibilità di “età non superiore a quaranta anni” va inteso come “entro i quarantuno anni non compiuti.” Possono quindi partecipare al bando pubblico esclusivamente i giovani che hanno compiuto 18 anni e che non hanno ancora compiuto 41 anni (fino al giorno precedente al compimento del quarantunesimo anno di età).

14) Nella definizione della sottomisura 6.1 “aiuti all’avviamento aziendale per i giovani agricoltori” nel PSR Lazio 2014‐2020, era espressamente indicato l’insediamento multiplo come una delle due tipologie di beneficiari della misura (§ 8.2.6.3.1.4. Beneficiari). Nel bando pubblicato della sottomisura 6.1 l’insediamento multiplo non è indicato e, quindi, si chiede se è implicitamente previsto o se è stato espressamente escluso".

In questo primo bando pubblico di applicazione della sottomisura 6.1, non è previsto l’insediamento multiplo.

15) si chiede se una Società Semplice Agricola che ha aperto partita IVA e si è iscritta alla CCIAA il 15 maggio 2015, può presentare la domanda di sostegno entro il 30 settembre c.a. Infatti dalla lettura dell'art.3 del bando “...non prima dei 12 mesi antecedenti alla pubblicazione del presente bando pubblico...” sembrerebbe che il termine di presentazione della domanda anche in questo caso, sia quello del bando stesso e cioè il 30 settembre 2016.

Il bando pubblico è stato ben interpretato, infatti possono presentare domanda tutti coloro che hanno effettuato l'iscrizione alla Camera di Commercio non prima del 21 aprile 2015.

16) Il prezzario di riferimento nelle tabelle di calcolo pubblicate dalla Regione per le macchine ed attrezzature è applicabile anche per l'usato visto che questa categoria è prevista per i giovani?

La risposta è negativa, infatti il prezzario si riferisce esclusivamente al valore delle macchine ed attrezzature nuove.
In assenza di riferimenti nelle tabelle regionali per il costo di macchine ed attrezzature nuove, quanti preventivi occorre inviare alla regione?
Al fine di determinare la congruità della spesa è necessario presentare n. tre preventivi;

17) In merito alla Produzione Lorda Standard ante (per verificare la soglia minima di accesso di 15.000 euro) nel caso di bestiame aziendale come faccio a conteggiare la PLS "foraggiera" + quella derivante dalla consistenza di stalla (n° capi)?

Per quanto concerne le aziende con ordinamento misto e con presenza di bestiame aziendale le PLS potranno essere computate, sia prendendo a riferimento il numero dei capi di bestiame allevati e presenti in azienda, sia gli ettari relativi alle altre superfici agricole (colture arboree, seminativi, ecc.)  non destinate all’alimentazione del bestiame. Le modalità di calcolo ed i criteri di imputazione delle PLS dovranno essere esplicitati e chiariti nella relazione tecnica. 

18) Come si fa a calcolare il punteggio della tabella relativo al criterio “investimenti che migliorano il rendimento globale dell’azienda da inserire obbligatoriamente nella relazione, in assenza del programma di calcolo BPOL per il FCFE? C'è un modello di calcolo o un criterio di conteggio semplificato in attesa del programma Business Plan On Line vero e proprio? 

Il programma del Business Plan On Line (BPOL) è stato completato ed è ora disponibile sull’applicativo della Rete Rurale Nazionale operante sulla piattaforma SIAN.

Durante la presentazione della domanda di sostegno e comunque prima del suo rilascio informatico, il richiedente o un soggetto dallo stesso delegato deve compilare il Piano aziendale degli investimenti - Business Plan On Line (BPOL) - utilizzando l’applicativo della Rete Rurale Nazionale operante sulla piattaforma SIAN . Una volta compilato, il Business Plan On Line (BPOL) dovrà essere salvato in formato PDF ed allegato alla domanda di sostegno.

Le modalità di compilazione del Business Plan On Line (BPOL) sono riportate nell’apposito Manuale Utente raggiungibile dalla finestra iniziale dello stesso applicativo ISMEA.

19) E’ ammissibile l'Insediamento di un Giovane Agricoltore in una Società preesistente/precostituita (in essere da diversi anni ed avente un Amministratore e/o Legale Rappresentante diverso dall'eventuale Giovane Agricoltore), senza che la stessa sia giuridicamente alienata e pertanto mantenga la stessa P. Iva, CCIAA, Atto Costitutivo e Fascicolo aziendale?

L’insediamento da parte di un giovane agricoltore in una società, di qualsiasi natura essa sia, deve avvenire in società di “nuova costituzione”, ovvero in società agricole formalmente costituite entro i 12 mesi antecedenti la pubblicazione del bando, ovvero il 21 aprile 2015.

20) I terreni concessi dalle Università Agrarie alle aziende agricole possono partecipare alla formazione della dimensione economica aziendale. Tali terreni rispettano quanto stabilito al punto 6. dell'art. 4 del bando della sottomisura 6.1?

In riferimento al quesito si ritiene che tali terreni non possono essere considerati nella disponibilità dell’azienda, in quanto sembrerebbe che il beneficiario non abbia un legittimo possesso ma occupi illegittimamente i terreni stessi. Per l’accesso alla sotto misura 6.1 è necessario che il giovane disponga di un valido titolo di possesso del fondo agricolo e che abbia la disponibilità dell’azienda stessa per un periodo minimo di sette anni dalla data di presentazione della domanda.

21) L’azienda esistente in ambito familiare può generare più di un premio?

Considerato che uno dei fabbisogni associati alla sottomisura è quello della ricomposizione fondiaria, anche nel caso di insediamento in un’impresa generata in ambito familiare, è necessario verificare, tramite il fascicolo unico aziendale dell’azienda originaria, che quest’ultima abbia generato un unico premio.

22) E’ possibile presentare una domanda di sostegno sulla sotto misura 6.1 per un’azienda che nel precedente periodo di programmazione 2007/2013 ha usufruito di un aiuto ai sensi della Misura 112 attivata come pacchetto giovani, fermo restando che si insedia una persona diversa, o è necessario aspettare la fine del vincolo della precedente domanda?

L’articolo 6 del bando di misura al comma 4) esclude l’insediamento in aziende agricole già oggetto, nel precedente periodo di programmazione 2007/2013, di primo insediamento qualora non siano, alla data della presentazione della domanda di sostegno, ancora trascorsi 6 anni dall’insediamento. È ovvio che l’insediamento in un’azienda ancora sotto il periodo vincolativo per gli investimenti realizzati con la Misura 121‐ impegni ex post, non è ammissibile anche se effettuato da un soggetto diverso.