Sei in: Home \ cultura \ sala stampa \ dettaglio notizia

ARTE SUI CAMMINI LO SPAZIO DEL CIELO


Inaugurati tre interventi di arte contemporanea su un percorso ad anello della Francigena tra Viterbo, Vetralla e Caprarola

18/07/2019 - Lo Spazio del Cielo   fa parte dell’iniziativa regionale Arte sui Cammini che  ha coinvolto il mondo degli artisti e degli operatori del settore per la realizzazione di opere d’arte contemporanea lungo i Cammini  spirituali del Lazio.

Lo scorso 12 luglio sono state inaugurate  tre delle quattro opere previste dal progetto Lo Spazio del Cielo attraverso un evento itinerante tra Viterbo, Vetralla e Caprarola. Le opere, lungo un percorso ad anello intorno alla caldera del lago di Vico, orientano il passo, illuminano il percorso come lanterne, risuonano nel paesaggio, sono stazioni che segnano sempre un confine, l’arrivo in un centro abitato, il varco di un limite, l’inizio di una nuova fase del cammino.

Il percorso parte dalla zona termale di Viterbo, dove Alfredo Pirri ha individuato nella guardiola delle Ex Terme Inps, complesso da anni in stato di abbandono, la possibilità di definire un segno tangibile per il camminatore in procinto di arrivare a Viterbo trasformando questa piccola costruzione in una lanterna accesa.

A Vetralla l’intervento artistico di Elena Mazzi si inserisce all’interno dell’area naturalistica di Fossato Callo, nei pressi del Foro Cassio, nella quale è in corso di realizzazione la sistemazione paesaggistica e il recupero dei lavatoi in peperino. 300.000 anni in 344 centimetri  è il titolo della scultura realizzata in collaborazione con Regula Zwicky, una  lunga lastra di peperino elevata tramite un piedistallo in corten all’altezza della mano, sulla quale è scolpita una sorta di mappa sensibile delle trasformazioni geologiche del paesaggio vetrallese, dovute in gran parte all’eruzione del vulcano vicano, a partire proprio da circa 300.000 anni fa.

Infine Campo sintonico di Matteo Nasini, gruppo di quattro installazioni in corten posizionate nei pressi dell’area di lancio dei deltaplani all’interno della Riserva del Lago di Vico, intercetta i venti e produce un canto del paesaggio.  Si tratta di un progetto eco-compatibile che non produce alcun impatto ambientale.

La Spazio del Cielo  è un progetto realizzato dalla Società CoopCulture, diretto da Arci Viterbo /Cantieri d’Arte e curato da Marco Trulli, con la collaborazione di Saverio Verini e con la supervisione un comitato scientifico composto da alcuni docenti dell’Università degli Studi della Tuscia. Dirigono i cantieri gli architetti Roberta Postiglioni e Stefania Fieno. Aderiscono al progetto diversi partner territoriali e realtà italiane dell’arte contemporanea.

Arte sui Cammini