Sei in: Home \ formazione \ profili professionali \ dettaglio

[A3.7] Tecnico nella qualità alimentare

Aggiornata al: 16-05-2021
SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE
Produzioni alimentari
DESCRIZIONE SINTETICA
Il Tecnico nella qualità alimentare è in grado di verificare, sviluppare e gestire la qualità del processo produttivo agroalimentare, coerentemente con il quadro normativo vigente.
SISTEMI DI REFERENZIAZIONE
Sistema di riferimentoDenominazione
EQF [5]
ADA QNQR [02.01.05] Gestione della qualità dei processi e prodotti alimentari
Sistema classificatorio ISTAT [3.1.5.3.0 ] Tecnici della produzione manifatturiera
CONOSCENZE (CONOSCERE)
  • Principali processi produttivi e lavorativi della filiera agroalimentare
  • Proprietà, caratteristiche e comportamenti degli ingredienti, delle materie prime e dei prodotti alimentari
  • Elementi di scienze e tecnologie alimentari
  • Tracciabilità ed etichettatura prodotti agroalimentari
  • Tecnologie AIDC (Automatic Identification and Data Capture)
  • Tecniche di analisi e rappresentazione di processo
  • Strumenti e tecniche per l'analisi qualitativa agroalimentare
  • Strumenti per la gestione del reporting periodico
  • Principale normativa nazionale e comunitaria per le imprese e le filiere agroalimentari
  • Inglese tecnico di settore
  • Elementi di base di applicazioni software del sistema Windows e servizi e funzioni internet
  • Protocolli di certificazione della qualità dei prodotti
  • Norme e procedure di igienizzazione e sanificazione
UNITÀ DI COMPETENZE - Rappresentazione processo produttivo agroalimentare
CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI)
  • Identificare le modalità, le procedure di impiego e di manutenzione di strumenti e macchinari per la produzione agroalimentare, al fine di valutarne la qualità
  • Individuare le caratteristiche, lo sviluppo e gli snodi critici del processo produttivo (acquisto, lavorazione e confezionamento)
  • Prefigurare miglioramenti qualitativi del processo di lavorazione e del prodotto, tenendo conto dei vincoli e delle politiche aziendali
  • Valutare la conformità del processo produttivo agroalimentare, in termini di igiene e sicurezza
INDICATORI VALUTAZIONE
  • Acquisizione elementi informativi relativi al processo produttivo agroalimentare
  • Ricognizione dei processi di produzione e trasformazione agroalimentare 
  • Rilevazione procedure d’impiego e di manutenzione di strumenti e macchinari
RISULTATO ATTESO VALUTAZIONE
Analizzare il processo produttivo nei suoi aspetti merceologici, tecnici ed organizzativi, al fine di identificare gli aspetti-chiave per la gestione della qualità
MODALITÀ DI VALUTAZIONE DELLE UNITÀ DI COMPETENZA
Audizione, colloquio tecnico e/o prova prestazionale
UNITÀ DI COMPETENZE - Configurazione qualità produzione agroalimentare
CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI)
  • Definire il piano dei controlli in relazione ai parametri, standard ed indicatori di qualità, rispetto alle lavorazioni, ai processi produttivi ed all’impiego di macchinari e strumenti
  • Definire le procedure di sanificazione ed igienizzazione degli ambienti di lavoro, dei macchinari/attrezzature e di smaltimento degli scarti delle lavorazioni
  • Identificare e trasferire le azioni da intraprendere e le procedure da adottare, nel caso di varianze e criticità
  • Riconoscere le proprietà e le caratteristiche delle materie prime, dei semilavorati e dei prodotti agroalimentari
  • Valutare la conformità del sistema di controlli dell’intera filiera, individuando scostamenti dalla norma o dagli standard
INDICATORI VALUTAZIONE
  • Elaborazione di procedure specifiche per la gestione di varianze e criticità
  • Elaborazione di standard, istruzioni e procedure, per la qualità dei processi di trasformazione agroalimentare e per le attività di monitoraggio
  • Realizzazione di azioni di miglioramento o di revisione
RISULTATO ATTESO VALUTAZIONE
Sviluppare gli standard di processo e le relative procedure ed istruzioni, di gestione e garanzia della qualità
MODALITÀ DI VALUTAZIONE DELLE UNITÀ DI COMPETENZA
Audizione, colloquio tecnico e/o prova prestazionale
UNITÀ DI COMPETENZE - Gestione qualità produzione agroalimentare
CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI)
  • Determinare le modalità e le procedure, per la raccolta dei dati e delle informazioni relative alla qualità
  • Intraprendere le azioni per la gestione delle conformità
  • Predisporre report periodici di analisi e sintesi, contenenti le indicazioni per il miglioramento della qualità dei processi lavorativi e per la diffusione degli elementi utili a implementare le migliorie definite
  • Valutare l’efficienza e l’efficacia delle misure adottate, in relazione agli obiettivi posti, traducendo eventuali non conformità, in indicazioni utili al costante miglioramento dei processi lavorativi interni e dei fornitori/clienti
  • Valutare nominalmente la qualità delle materie prime, dei semilavorati, dei prodotti agroalimentari e del processo produttivo, secondo criteri e parametri definiti
INDICATORI VALUTAZIONE
  • Monitoraggio e controllo della produzione agroalimentare
  • Organizzazione del presidio della qualità agroalimentare
  • Redazione di report d’analisi e di sintesi
  • Rilevazione dati rispetto alla qualità ed ai processi produttivi
RISULTATO ATTESO VALUTAZIONE
Organizzare e condurre il monitoraggio e controllo dei processi produttivi, producendo la relativa reportistica
MODALITÀ DI VALUTAZIONE DELLE UNITÀ DI COMPETENZA
Audizione, colloquio tecnico e/o prova prestazionale
UNITÀ DI COMPETENZE - Gestione della tracciabilità dei prodotti
CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI)
  • Adottare modalità di identificazione e codificazione automatica, definendo sistemi di produzione adeguati
  • Definire, in collaborazione con fornitori e clienti, un “patto di filiera”, per assicurare la tracciabilità dei prodotti agroalimentari
  • Determinare modalità di etichettatura, chiare e conformi agli standard proposti
  • Gestire il processo di etichettatura e tracciabilità dei prodotti alimentari, nel rispetto delle norme applicabili
  • Individuare gli elementi richiesti per la tracciabilità, in entrata ed in uscita, dei diversi prodotti (identificazione operatori, prodotti, trasformazioni ecc.)
INDICATORI VALUTAZIONE
  • Applicazione degli schemi di tracciabilità
  • Elaborazione dell’etichettatura impiegata e delle informazioni di tracciabilità richieste
  • Organizzazione dello scambio elettronico dei dati
  • Selezione delle informazioni da trasmettere/ottenere
RISULTATO ATTESO VALUTAZIONE
Definire le caratteristiche informative della tracciabilità e gestire il relativo processo, nel rispetto della normativa applicabile
MODALITÀ DI VALUTAZIONE DELLE UNITÀ DI COMPETENZA
Audizione, colloquio tecnico e/o prova prestazionale