Sei in: Home \ sala stampa \ dettaglio notizia

  

  

RICOSTRUZIONE LAZIO: RIUNITO IL TAVOLO DI MONITORAGGIO

All’incontro hanno partecipato: rappresentanti istituzionali, delle parti sociali, delle associazioni del mondo del lavoro e dell’impresa: dallo sviluppo economico al diritto alla salute, dalla scuola alla formazione e alla ricerca fino ai trasporti e infrastrutture, agricoltura, sostegno al reddito, diritti e tutela del lavoro, banda larga

25/09/2017 - Si è svolto oggi alla Regione Lazio il Tavolo di monitoraggio sull'attuazione del Patto per la ricostruzione e la crescita dell’economia dei Comuni colpiti dal terremoto.  Un’occasione per un’analisi della situazione e delle criticità, segnata dalla piena collaborazione per una nuova fase.

All’incontro hanno partecipato: rappresentanti istituzionali, delle parti sociali, delle associazioni del mondo del lavoro e dell’impresa. Sono state approfondite tutte le azioni finora intraprese dall’Amministrazione regionale nei settori chiave per l’attuazione del percorso di rinascita e crescita dei territori interni al cratere sismico. Si è dunque trattato di sviluppo economico, diritto alla salute, scuola, formazione e ricerca, trasporti e infrastrutture, agricoltura, sostegno al reddito, diritti e tutela del lavoro, banda larga. 

“Ho apprezzato la puntualità e la franchezza con cui tutti gli interlocutori, pur riconoscendo come fondamentale il supporto espresso dall’Amministrazione regionale a tanti livelli, con spirito di collaborazione hanno offerto proposte precise e condivise per migliorare le azioni intraprese sinora, mutuando così le criticità in nuove opportunità di miglioramento e con obiettivi esclusivamente costruttivi – parole di Fabio Refrigeri, assessore alle Infrastrutture, Politiche abitative ed Enti locali, che ha aggiunto: a nome della Giunta, ho preso l’impegno di rinnovare, con modalità più precise, alcune dead line finanziarie previste nel cronoprogramma. Al termine dell’incontro, infatti, la chiave di sistema che è stata da tutti individuata è coincisa con l’esigenza di sincronizzare investimenti, atti amministrativi, definizione di acquisti e lavori, per far convergere la pianificazione della crescita economica di pari passo allo sviluppo dei settori dei servizi, dei trasporti e delle infrastrutture”- ha detto ancora Refrigeri.