Sei in: Home \ sala stampa \ dettaglio notizia

  

  

TORNA CINEMA E STORIA, AL VIA CON I TESTIMONI DELLA SHOAH


Riparte Cinema&Storia, progetto che nasce con l’obiettivo di raccontare la Storia d’Italia, e non solo, attraverso il cinema e le sue immagini agli studenti delle scuole superiori. Primo appuntamento di quest’anno nella data in cui ricorre l’anniversario del drammatico rastrellamento che avvenne il 16 ottobre 1943

16/10/2017 - 

Riparte Cinema&Storia, il nuovo ciclo di incontri per avvicinare gli studenti alla storia attraverso il cinema. Shoah, Memoria e Resistenza i temi al centro del primo appuntamento di questa edizione del progetto,  proprio a 74 anni dal 16 ottobre 1943, giorno in cui ebbe luogo la razzia del ghetto di Roma per mano nazista. All’evento hanno partecipato anche Sami Modiano e Pietro Terracina, testimoni della Shoah.

I ragazzi assisteranno alla proiezione del film Una Volta nella vita (Les hèritiers) di Marie-Castille Mention-Schaar (2014), racconto appassionante ambientato in una  banlieue parigina dove una professoressa riesce a motivare e ricompattare una classe divisa da mille barriere culturali e religiose grazie alla partecipazione al concorso annuale sulla Shoah in Francia.

L’incontro è parte dei Progetti Scuola ABC promossi dalla Regione Lazio con Roma Capitale, nell’ambito delPOR-FSE Lazio 2014-2020, curati dal Progetto ABC Arte Bellezza Cultura con la collaborazione di Roma Lazio Film Commission, Giornate degli Autori, Istituto Luce Cinecittà e Direzione Generale Cinema del MiBACT. Si ringraziano Lucky Red e Parthenos.

Un’altra forma di racconto del Novecento attraverso pellicole che hanno portato sul grande schermo la Storia con la S maiuscola e le piccole storie quotidiane. Lo spirito è quello di contribuire all’approfondimento storico e culturale con un “progetto in continuo movimento” che cerca di fornire, con immagini e parole-chiave,  analisi e strumenti di interpretazione per capire meglio quello che siamo diventati oggi e che diventeremo domani considerando ciò che siamo stati fino a ieri.

"Non dimenticheremo mai e non dobbiamo permettere  che le nuove generazioni dimentichino quello che è accaduto 74 anni fa. Poche ore fa, quel giorno, alle 5 del mattino, iniziò il rastrellamento del quartiere ebraico, poi Monteverde e altri quartieri, e oltre mille cittadini e cittadine romani, anche bambini, furono portati via, e la stragrande maggioranza morì – parole del presidente, Nicola Zingaretti, che ha partecipato all’iniziativa rivolta agli studenti, e che ha aggiunto: è  giusto, 74 anni dopo tornare a ricordarlo con le scuole come abbiamo fatto come Regione Lazio - ha proseguito il governatore – perché lo dobbiamo alle vittime, a Roma, alla comunità italiana che quel giorno fu sfregiata da questo atto di violenza. E dobbiamo anche ricordarlo per noi, perché la radice della Shoah, del 16 ottobre, e' l'odio nei confronti di qualcuno che non aveva alcuna colpa se non la sua religione”.