Sei in: Home \ sala stampa \ dettaglio notizia

  

  

PRESENTATA A VILLA MEDICI LA 35MA EDIZIONE DEL ROMAEUROPA FESTIVAL

Ass. Orneli presentaz. RomaEuropa Festival - lun14set20

Orneli: “La Regione Lazio convintamente al fianco della Fondazione RomaEuropa. Sostenere la cultura in un momento come questo significa credere in un modello di sviluppo sostenibile e inclusivo. Perché la cultura, oltre a essere uno straordinario veicolo di civiltà e di progresso, è uno strumento fondamentale per combattere le disuguaglianze e promuovere coesione sociale e crescita economica”

14/09/2020 - Presentata oggi a Villa Medici la XXXV edizione del Romaeuropa Festival che inizierà il 18 settembre (fino al 15 novembre), con un programma pensato in piena aderenza alle direttive vigenti sul distanziamento in scena e in sala e nel pieno rispetto delle misure di sicurezza.

La kermesse si terrà in 14 spazi della capitale (due sale dell'Auditorium Parco della Musica, il Teatro Argentina e il Teatro India, sei spazi del Mattatoio, due spazi del MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI Secolo, il Teatro Vascello, il Teatro Quarticciolo e Villa Medici – Accademia di Francia) e con parte della programmazione all’aria aperta; in tutto 64 eventi e 137 repliche cui si aggiunge l'inedita sezione online con 70 eventi (182 repliche) pensati in prima italiana o assoluta appositamente per il web.

Obiettivo dell’edizione 2020 del festival, presieduto da Guido Fabiani e diretto da Fabrizio Grifasi, è quello di sostenere le compagnie e gli artisti indipendenti italiani, garantendo nel contempo una rilevante presenza internazionale e un forte ricambio generazionale (il 70% degli artisti è in programma per la prima volta).

Alla presentazione ha partecipato anche l’assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Ricerca, Start Up e Innovazione, Paolo Orneli, che ha ricordato che “anche quest'anno la Regione Lazio sostiene con convinzione la Fondazione RomaEuropa Arte e Cultura. E mai come in questo momento storico è importante che le istituzioni supportino un evento che da sempre si fa portatore di relazioni culturali, conoscenza e contatto fra Paesi e che ha confermato anche per questa edizione, con grande sforzo e garantendo tutte le misure di sicurezza, un'importante presenza di artisti internazionali.” “Sostenere la cultura in un momento come questo significa credere in un modello di sviluppo sostenibile e inclusivo – ha aggiunto OrneliPerché la cultura, oltre a essere uno straordinario veicolo di civiltà e di progresso, è uno strumento fondamentale per combattere le disuguaglianze e promuovere coesione sociale e crescita economica.” “In bocca al lupo alla bellissima squadra di artisti di RomaEuropa Festival – ha concluso – e in bocca al lupo a tutti noi, perché l’Italia e l’Europa possano davvero ripartire anche grazie all’arte, alla bellezza e alla creatività.”