Sei in: Home \ rifiuti \ valutazione impatto ambientale \ valutazione impatto ambientale

VALUTAZIONE IMPATTO AMBIENTALE

La sezione Impatto Ambientale della Regione Lazio si occupa di Valutazione di Impatto Ambientale, Valutazione Ambientale Strategica e dei procedimenti di V.I.A.

AGGIORNAMENTO DEL 07/10/2020

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE ISTANZA DI VERIFICA DI V.I.A., V.I.A. E P.A.U.R.

Si comunica che l’attivazione di nuove istanze relative alle procedure di VERIFICA DI V.I.A., V.I.A. e P.A.U.R., a partire dal 1 Ottobre 2020, dovrà avvenire ESCLUSIVAMENTE tramite via PEC secondo le modalità qui di seguito riportate.

Sarà necessario inviare una PEC che abbia come oggetto "attivazione nuova procedura di VIA/Verifica/Paur" all'indirizzo pec ufficiovia@regione.lazio.legalmail.it e allegare la sola istanza del progetto da depositare completa di tutti gli allegati (A, B, C e D, reperibili insieme al modulo di istanza scaricabile dal nostro sito http://www.regione.lazio.it/rl_rifiuti/?vw=contenutiDettaglio&cat=1&id=143) e della ricevuta degli oneri istruttori pagati, il tutto cortesemente raggruppato in un UNICO file pdf.

Nella stessa pec si provvederà a a inserire due link che puntino a un cloud o uno spazio web gestibile dal proponente (dropbox, onedrive, google drive o simili). Il primo di questi link dovrà permettere il download dell'intera documentazione progettuale in formato pdf, il secondo dell'intera documentazione progettuale firmata digitalmente.

Per intera documentazione si intende TUTTO quello che era necessario presentare in precedenza presso gli uffici di Via del Tintoretto in caso di attivazione delle procedure sopracitate.

MODALITA’ DI COMUNICAZIONE E DI ACCESSO PRESSO GLI UFFICI DELL’AREA V.I.A.

In ottemperanza alla direttiva 674220 del 28/07/2020, che stabilisce a seguito delle direttive del Ministero della Pubblica Amministrazione lo smart working per il 50% delle ore lavorative come ordinaria modalità lavorativa a partire dal 1 ottobre 2020, si comunica che l'attività dell'Area Valutazione Impatto Ambientale si svolgerà, a partire dalla suddetta data, secondo le modalità dello smart working per il 50% dell’orario complessivo.

Fermo restando la presenza di parte del personale presso gli uffici dell’Area V.I.A. dal lunedì al venerdì, per qualsiasi esigenza si invitano gli utenti a contattare il personale di riferimento secondo l’elenco proposto a seguire e a NON RECARSI presso la sede regionale di V. del Tintoretto, dove l’accesso al pubblico non è più consentito salvo appuntamento fissato in precedenza con i diretti interessati.

Per qualsiasi comunicazione sarà possibile inviare una mail al personale di competenza secondo lo schema riportato a seguire, estratto dalla sezione V.I.A. del portale regionale:

Urbanistica, Viabilità e Parcheggi, Infrastrutture, Energie Rinnovabili, Itticulture, Spiagge e Difese Spondali, Porti e Aeroporti, Procedure di Verifica e V.I.A. Nazionale

Arch. Paola Pelone ppelone@regione.lazio.it

Arch. Monica Angelé mangele@regione.lazio.it

Arch. Fabrizio Mancini fabrizio.mancini@regione.lazio.it

Geom. Marco Pallante mpallante@regione.lazio.it

Geom. Roberto Cappella rcappella@regione.lazio.it

Rifiuti, Cave, Biogas

Ing. Flaminia Tosini ftosini@regione.lazio.it

Arch. Fernando Olivieri folivieri@regione.lazio.it

Arch. Paola Giorgioli pgiorgioli@regione.lazio.it

Dott. Alberto Papa alberto.papa@regione.lazio.it

Ing. Fabio Pellei fpellei@regione.lazio.it

Geol. Massimiliano Terrinoni mterrinoni@regione.lazio.it

Sig.ra Valentina Ricci valentina.ricci@laziocrea.it

Procedure Amministrative e Accesso agli atti

Dott. Francesco Di Lazzaro fdilazzaro@regione.lazio.it

Rag. Simone Volpetti svolpetti@regione.lazio.it

Ricorsi, contenziosi, memorie

Avv. Rosa Fioravanti rfioravanti@regione.lazio.it

AGGIORNAMENTO DEL 02/04/2019

Si comunica che a causa dell’impossibilità di adeguare tutti gli allegati contenuti nei provvedimenti autorizzatori unici regionali, emessi dall’Area Valutazione Impatto Ambientale secondo quanto disposto dall’art. 27 bis del D. LGS. 152/2006 e s.m.i., ai criteri di uniformità necessari alla pubblicazione degli stessi sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio si è provvederà a pubblicare sul suddetto Bollettino solo le determinazioni di riferimento, relative ai provvedimenti autorizzatori unici regionali progressivamente emessi.

Tutti gli allegati a tali determinazioni saranno reperibili presso il motore di ricerca della sezione V.I.A. del portale regionale all’indirizzo http://www.regione.lazio.it/rl_rifiuti/?vw=progetti

Aggiornamento al 27/09/2017

Già nel 1977 la Comunità Europea, nel secondo programma d'azione, ha indicato tra gli obiettivi di un'azione ambientale preventiva, la necessità di predisporre regole per analizzare la rilevanza dell'impatto sulle risorse ambientali della realizzazione dei progetti di trasformazione del territorio.

Questo impegno è stato tradotto nella direttiva 85/337/CEE del 27 giugno 1985 concernente la valutazione dell'impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati, poi modificata dalla direttiva 97/11/CE del 3 marzo 1997 e 35/2003 del 26/05/2003.

Ulteriore evoluzione si è avuta con l'adozione della direttiva 2001/42/CE del 21 luglio 2001, concernente la valutazione degli effetti di determinati piani e programmi sull'ambiente, con la quale è stata introdotta la procedura di valutazione ambientale strategica, che ha come obiettivo quello "di garantire un elevato livello di protezione dell'ambiente e di contribuire all'integrazione di considerazioni ambientali all'atto dell'elaborazione e dell'adozione di piani e programmi, al fine di promuovere lo sviluppo sostenibile".

Il recepimento delle direttive comunitarie è avvenuto con l'introduzione nella normativa nazionale del D. Lgs. 152/2006 del 3 aprile 2006 recante "Norme in materia ambientale", come modificato dal D. Lgs. 4/2008 del 16 gennaio 2008 "Ulteriori disposizioni correttive ed integrative del D. Lgs. 152/2006". Ulteriore evoluzione si è avuta con il D. lgs. 104/2017 del 16/06/2017 che introduce il procedimento autorizzatorio unico, in attuazione della Direttiva 2014/52/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16/04/2014 che modifica la Direttiva 2011/92/UE concernente la Valutazione di Impatto Ambientale.

DISPOSIZIONI NORMATIVE

MODELLI Si specifica che:

- Secondo quanto disposto nella nota 539560 del 24-10-17 dell’Ufficio Rappresentante Unico e Ricostruzione Conferenze di Servizi nel caso in cui la società Proponente decidesse di richiedere ulteriori titoli oltre a quelli ambientali, necessari alla realizzazione e all’esercizio del progetto, dovrà produrre la documentazione prevista dalle relative normative di settore, per consentire la compiuta istruttoria tecnico-amministrativa da parte delle competenti amministrazioni coinvolte nel procedimento prescelto;

le autorizzazioni intese concessioni, licenze, pareri, nulla osta e assensi comunque denominati, necessari per la realizzazione e l’esercizio dell’opera, non di natura ambientale e non indicati dal proponente, dovranno essere obbligatoriamente acquisiti dopo la conclusione del procedimento di V.I.A. a norma di legge.

La presentazione delle istanze di Verifica di V.I.A. e di Valutazione di impatto ambientale può avvenire esclusivamente tramite consegna a mano presso gli uffici della Regione Lazio, V.le del Tintoretto 432 Roma, I piano stanza 125, dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:30 alle ore 12:30

GIORNI DI RICEVIMENTO AL PUBBLICO PER INFORMAZIONI

L'accesso all'Area Valutazione Impatto Ambientale da parte del pubblico, allo scopo di conferire con il personale regionale può avvenire dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30. E' necessario concordare telefonicamente un appuntamento.

Prima di fissare un incontro si prega di accertarsi che le informazioni ricercate non siano reperibili su questo stesso sito o per via telefonica.

Per ulteriori chiarimenti si può contattare l'ufficio segreteria dell'Area V.I.A., al n. 0651689356