NUR 06 99 500

Seguici su:

NUR - Numero Unico Regionale 06 99 500

Cerca

Progetto Uffici di Prossimità

Image
loghi

Servizi integrati al cittadino in ambito giudiziario: un servizio di consulenza e informazione per tutti i cittadini

Uffici di prossimità

Il Ministero della Giustizia, in qualità di Organismo Intermedio del “Programma operativo nazionale Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020” ha promosso il progetto complesso “Uffici di prossimità”, rivolto a tutte le Regioni italiane per consentire una migliore e più efficiente tutela dei diritti dei cittadini, a partire dai procedimenti di volontaria giurisdizione e, in generale, da quelli in cui essi possono accedere alla giurisdizione senza l’ausilio di un avvocato.

Il progetto si basa sul principio della Giustizia come bene che deve essere agevolmente fruibile sul territorio e indica strumenti sperimentali finalizzati a consentire l'accesso ai cittadini all’utilizzo di alcuni servizi in materia di tutela dei diritti senza doversi recare fisicamente presso gli Uffici Giudiziari, nell’ottica di soddisfare il fabbisogno di una "Giustizia di Prossimità”. In tal modo, il Cittadino potrà accedere ad un unico luogo in cui tutti gli Enti, che a diverso titolo partecipano alla costruzione del sistema delle tutele, offrono servizi integrati e di semplice utilizzo.

Nel Lazio sono state abolite n. 15 sezioni distaccate di Tribunale facenti capo ai circondari di tutte e cinque le province laziali. Ciò ha determinato, oltre a disagi derivanti dalla perdita di servizi sul territorio, anche una serie di problematiche connesse alla mobilità, costringendo la popolazione residente nei comuni più periferici a percorrere distanze significative per poter accedere ai servizi della giustizia. Al contempo, per sopperire a tali criticità sono sorti, a livello locale, una serie di sportelli informativi che, tuttavia, spesso non forniscono tipologie di servizi omogenei. Si è inoltre assistito al congestionamento dei tribunali ordinari.

In tale quadro, la Regione Lazio, con Deliberazione di giunta n. 341 del 09 giugno 2020, ha pertanto aderito al progetto “Uffici di prossimità”, con l’obiettivo di garantire una giustizia più efficiente, integrata, digitale e vicina ai cittadini attraverso una sinergica collaborazione tra istituzioni e i diversi attori del territorio, per delocalizzare alcune attività prima esperibili esclusivamente presso gli Uffici Giudiziari e di integrare la rete dei servizi a tutela specialmente delle fasce deboli, fornendo servizi omogenei su tutto il territorio regionale, in linea con quanto si sta realizzando a livello nazionale.

Gli "Uffici di Prossimità" erogheranno i seguenti servizi: 

  • orientare e informare gli utenti sugli istituti di protezione giuridica;
  • distribuire la modulistica adottata dagli Uffici Giudiziari di riferimento;
  • dare supporto alla predisposizione degli atti che le parti possono redigere senza l'ausilio di un legale;
  • inviare atti telematici agli Uffici Giudiziari;
  • fornire consulenza sugli istituti di protezione giuridica.

In particolare, attraverso il progetto regionale si provvederà a:

  • istituire, attrezzare, attivare nei Comuni della Regione Lazio n. 40 “Uffici di Prossimità” utilizzando i modelli sperimentati nella fase pilota con il progetto complesso nazionale;
  • digitalizzare i fascicoli aperti e pendenti in materia di Volontaria Giurisdizione nei territori dove insistono gli "Uffici di Prossimità" al fine di agevolare i flussi di lavoro tra "Uffici di Prossimità" e Uffici Giudiziari competenti.

Si procederà a costruire una partnership multilivello con i Comuni e le Unioni di Comuni, i quali in concreto ospiteranno gli "Uffici di Prossimità", collaborando gli Uffici Giudiziari e le eventuali articolazioni territoriali delle Istituzioni interessate (ad esempio, ANCI, gli Ordini Professionali, le ASL, ecc.).

L'individuazione dei Comuni e delle Unioni di Comuni ove attivare gli Uffici di Prossimità avverrà attraverso l’acquisizione di manifestazioni di interesse da parte degli enti locali, a seguito della pubblicazione di apposito avviso pubblico della Regione secondo i criteri di selezione specificati nel progetto complesso nazionale.

I benefici attesi sono elevati in termini di sostegno ai cittadini, che possono avere un canale più diretto e agevole per la fruizione di questi servizi, in termini di miglioramento della qualità dei ricorsi nonché di minor afflusso di persone presso il Tribunale.

 

  • Fonte di finanziamento: PON Governance e Capacità istituzionale 2014-2020 - ASSE 1 - Obiettivo Specifico 1.4 - Azione 1.4.1 (FSE)
     
  • Titolarità: Ministero della Giustizia (OI del PON)
     
  • Beneficiario: Regione Lazio. In particolare:
    • Funzione di indirizzo strategico e di sensibilizzazione istituzionale: Vicepresidente della Giunta Regionale, Assessore al Coordinamento dell’Attuazione del programma di governo e dei Fondi Comunitari (FESR, FSE, FEASR), ai Rapporti istituzionali, ai Rapporti Consiglio Regionale;
    • Direzione e Coordinamento: Direzione Istruzione, Formazione e Politiche per l'occupazione.

  • Avvio formale: 2 settembre 2020, data di sottoscrizione della Convenzione tra la Regione Lazio e il Ministero della Giustizia
     
  • Data prevista di conclusione: 30 giugno 2023
     
  • Importo approvato: € 2.102.871,47
     

 

I nostri portali di utilità

collegamento al sito salutelazio.it

Portale del sistema sanitario regionale

collegamento al sito visitlazio.com

Visitlazio.com - Portale del turismo

collegamento al sito dati.lazio.it

Il portale Open Data della regione Lazio

Agenzia Regionale Protezione Civile

Il portale dell'Agenzia Regionale Protezione Civile

collegamento al sito lazioeuropa.it

Il portale dei finanziamenti regionali ed europei

Geoportale: Sistema Informativo Territoriale Regionale

Sistema Informativo Territoriale Regionale