NUR 06 99 500

Seguici su:

NUR - Numero Unico Regionale 06 99 500

Cerca

Iniziative finanziate dal MISE

L’art. 148 della Legge 23 dicembre 2000 n. 388, al comma 1, prevede "che le entrate derivanti dalle sanzioni amministrative irrogate dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato siano destinate ad iniziative a vantaggio dei consumatori".
                        
In attuazione della suddetta disposizione, il Ministero dello Sviluppo Economico, con decreto ministeriale destina alle Regioni le risorse finalizzate alla realizzazione di iniziative mirate all’assistenza, all’informazione e all’educazione a favore dei consumatori ed utenti, con particolare riferimento all’esercizio delle opportunità e dei diritti previsti da disposizioni regionali, nazionali e europee. Con successivi decreti direttoriali, il MISE provvede, altresì, ad assumere gli impegni di spesa a favore di ciascuna Regione nonché a stabilire le modalità, i termini e i criteri cui devono attenersi le Regioni, quali soggetti beneficiari, nella predisposizione del Programma per l’ammissione ai contributi.

Facendo seguito ai provvedimenti amministrativi statali, la Regione in qualità di beneficiaria diretta dei contributi statali, in questi ultimi venti anni, ha adottato periodicamente, con deliberazioni della Giunta regionale, previa consultazione dell’organo rappresentativo delle associazioni dei consumatori, Programmi generali d’intervento successivamente approvati dal Ministero. Dai Programmi generali approvati, sono scaturiti avvisi pubblici rivolti alle associazioni dei consumatori per la selezione di proposte progettuali idonee alla realizzazione delle attività previste dai programmi. 

Di seguito le informazioni relative agli interventi. 
 

In attuazione del Decreto Direttoriale del Ministero dello Sviluppo Economico 17 giugno 2019 “Iniziative a vantaggio dei consumatori di cui all'art. 148, comma 1 della legge 23 dicembre 2000, n. 388” e del Programma Generale approvato con DGR n. 718 del 2019, con Determinazione 16 gennaio 2020, n. G00318, e successive modifiche, è stato approvato l’avviso pubblico, rivolto alle Associazioni dei Consumatori e degli Utenti del Lazio iscritte nel Registro regionale. Con Determinazione 11 maggio 2020, n. G05540 è stata approvata la graduatoria relativa all'Avviso pubblico e con successiva Determinazione 7 luglio 2020, n. G07993 (come rettificata con determinazione n. G1415725/11/2020) si è proceduto all’impegno di spesa per complessivi Euro 876.613,00 a favore di n. 12 associazioni beneficiarie del finanziamento, in qualità di capofila delle  associazioni temporanee di scopo (ATS), costituite dalle associazioni iscritte al suddetto Registro ai fini dell’attuazione degli interventi.
 
Con i progetti finanziati si è inteso promuovere una maggior sensibilizzazione, tra i consumatori, rispetto ai vantaggi legati al consumo sostenibile, all’economia circolare e alla mobilità sostenibile, nonché alla crescita della conoscenza e della capacità di agire a tutela dei propri diritti nell’ambito delle transazioni on-line e dell’economia digitale, quali nuovi pilastri di sviluppo del Paese, oltre che rispetto alle tematiche  tradizionali codificate dal Codice del consumo, ossia l’alimentazione, i servizi pubblici, le telecomunicazioni, i trasporti, il commercio, le assicurazioni e il credito. 
I rapporti tra la Regione e le associazioni beneficiarie sono regolati da apposita convenzione stipulata secondo lo schema tipo adottato con Determinazione 6 agosto 2020 n. G09405, con la quale si è provveduto anche alla ridefinizione dei termini per il completamento dei progetti finanziati, in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.
A ulteriori ridefinizioni del suddetto termine, da ultimo stabilito al 31 gennaio 2022, si è provveduto con determinazioni 23 settembre 2021 n. G11412 e 11 novembre 2021 n. G13813
 

Per l’anno 2020, in attuazione dell’art. 2 del DM 10 agosto 2020, con Avviso del 30 settembre 2020, pubblicato sul sito del MISE, sono state definite modalità semplificate di trasferimento delle risorse destinate al rafforzamento di iniziative a vantaggio dei consumatori a fronte delle criticità emerse con l’emergenza sanitaria da Covid-19. La Regione Lazio, dando seguito ai suddetti provvedimenti ministeriali, con Determinazione 29 dicembre 2020, n. G16400, sentito  il Consiglio regionale degli utenti e dei consumatori (CRCU), ha stabilito  criteri, modalità e termini per la concessione del contributo alle associazioni iscritte nel Registro regionale, riunite in associazioni temporanee di scopo  (ATS), per la realizzazione di iniziative a favore dei consumatori e degli utenti, a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19, con contestuale impegno, per complessivi Euro 829.599,41, a favore di n. 4 associazioni, in qualità di capofila delle suddette ATS.
 
Le attività messe in campo per arginare gli effetti della pandemia risultano articolate in due settori di intervento: da un lato, stante l’irreversibile trasformazione in digitale della nostra società, è stato dato un rinnovato impulso, in un momento storico che poco o nulla lasciava alle relazioni in presenza fisica, all’impiego di strumenti che potessero mantenere vivo il  dialogo tra cittadini e tra cittadini-istituzioni-aggregazioni economiche, sociali ed educative, cercando di avvicinare ai servizi digitali anche le fasce della popolazione con meno dimestichezza con gli stessi;  dall’altra si è puntato sul potenziamento delle attività di sportello delle associazioni dei consumatori, anche attraverso la digitalizzazione delle attività e dei servizi di assistenza offerti dalle medesime, allo scopo di far fronte a tutte le criticità emerse durante la pandemia (dalle fake news alla telemedicina, dalla ludopatia al cyberbullismo, dalla violenza sulle donne al furto dell’identità digitale), nonché di agevolare l’accesso ai nuovi servizi (dagli smart contract al sistema SPID, alla cartella sanitaria elettronica, ecc.). Nel periodo di riferimento, gli Sportelli delle associazioni dei consumatori hanno preso in carico più di 10.000 pratiche offrendo strumenti di tutela applicabili nella risoluzione di problematiche trasversali, per un totale di ben 1.500 conciliazioni.
 
Due ATS coinvolte nel Programma hanno acquistato 60 apparecchiature informatiche da distribuire, in collaborazione con la struttura regionale competente in materia di formazione e lavoro, a plessi scolastici delle province di Latina, Rieti, Viterbo e Frosinone, allo scopo di dotare di supporti informatici le famiglie più disagiate con figli in età scolare, che non potevano partecipare alle lezioni a distanza per mancanza di mezzi.

Le tempistiche per la realizzazione delle attività e per la relativa rendicontazione  da parte delle associazioni sono state ridefinite  con determinazioni 23 settembre 2021 n. G11412 e 11 novembre 2021 n. G13813 sulla base del termine del 31 marzo 2022 assegnato alla Regione per l’ultimazione dell’intervento con Decreto direttoriale del 30.09.2021.
 

Informazioni e contatti

Dirigente: Giovanna Recchia– tel. 06-51683999 – email: grecchia@regione.lazio.it

Funzionario: Mauro Orlandi  – tel. 06-51684548 – email: m.orlandi@regione.lazio.it 

Funzionario: Vincenzo Masci – tel. 06-51684548 – email: vmasci@regione.lazio.it 

I nostri portali di utilità

collegamento al sito salutelazio.it

Portale del sistema sanitario regionale

collegamento al sito visitlazio.com

Visitlazio.com - Portale del turismo

collegamento al sito dati.lazio.it

Il portale Open Data della regione Lazio

Agenzia Regionale Protezione Civile

Il portale dell'Agenzia Regionale Protezione Civile

collegamento al sito lazioeuropa.it

Il portale dei finanziamenti regionali ed europei

Geoportale: Sistema Informativo Territoriale Regionale

Sistema Informativo Territoriale Regionale