NUR 06 99 500

Seguici su:

NUR - Numero Unico Regionale 06 99 500

Cerca

Dettaglio del profilo

  • Codice: G1.6
  • Profilo: Formatore facilitatore dei processi di apprendimento
  • Settore: Servizi di educazione, formazione e lavoro
  •  
     
    DESCRIZIONE SINTETICA

    Il Formatore facilitatore dei processi di apprendimento opera nei sistemi educativi, formativi e nelle organizzazioni, realizzando analisi dei fabbisogni, p rogettazione ed erogazione di servizi rivolti alla trasmissione ed allo sviluppo delle competenze, al cambiamento organizzativo ed alla valorizzazione del patrimonio di sapere già posseduto dai destinatari degli interventi. Nelle proprie attività ricorre in modo integrato ad una pluralità di metodi e strumenti, fra cui la formazione a distanza, attraverso approcci contestuali ed individualizzati, interagendo con le diverse professionalità presenti.

     

     
    SISTEMI DI REFERENZIAZIONE
    Sistema di riferimento Denominazione
    EQF [6]
    ADA QNQR [18.01.13] Erogazione delle attività didattiche
    Sistema classificatorio ISTAT [2.6.5.3.2] Esperti della progettazione formativa e curricolare
    ADA QNQR [18.01.11] Personalizzazione degli interventi formativi
    ADA QNQR [18.01.15] Tutoraggio in apprendimento a distanza (e tutoring)
    ADA QNQR [18.01.16] Valutazione degli apprendimenti
    CONOSCENZE (CONOSCERE)
    • Caratteristiche di base di processi e tipologie di apprendimento individuale e collettivo
    • Elementi di andragogia, pedagogia e scienza della formazione
    • Elementi di orientamento all'apprendimento
    • Etica del ruolo
    • I diversi approcci e le diverse letture del concetto di competenze
    • Il passaggio "fabbisogni professionali → fabbisogni di apprendimento → fabbisogni formativi"
    • Il respiro sociale delle competenze e il concetto di potenziale
    • Le tecniche e gli strumenti di emersione delle competenze
    • Metodologie per l'analisi dei fabbisogni di apprendimento e formativi nelle organizzazioni e nei territori
    • Modelli e tecniche di progettazione di contesti e processi di apprendimento e di formazione
    • Principali riferimenti legislativi e normativi in materia di apprendimento, istruzione e formazione
    • Principi, metodi e strumenti di analisi del lavoro e dei fabbisogni professionali
    • Progettazione capitalizzabile e personalizzazione
    • Riconoscimento dei crediti; individuazione, validazione e certificazione delle competenze
    • Risultati dell'apprendimento: saperi, competenze, valori, identità organizzativa
    • Strumenti di lettura dei dati di contesto (osservatori del mercato del lavoro, banche dati, studi di settore, analisi dei trend di sviluppo ecc.)
    • Teorie sull'educazione degli adulti
    • Tipologie di apprendimento: formale, non formale, informale
    • Tipologie di fabbisogni di apprendimento: trasmissione, innovazione, trasformazione
    • Tipologie e contesti di apprendimento, formale e non formale (istruzione, apprendimento permanente, formazione continua, formazione professionale, apprendistato, tirocini extracurriculari, nell'ambito del sistema nazionale delle professioni e delle qualif
    • Caratteristiche dei processi di apprendimento degli adulti in contesto organizzativo
    • Elementi base per la lettura delle culture organizzative
    • Il caso specifico della trasmissione dei saperi in apprendistato
    • L'approccio metodologico della ricerca-formazione-intervento
    • L'approccio metodologico delle comunità di pratica
    • La facilitazione nei contesti ad alta conflittualità ed incertezza
    • Principi e tecniche di base della negoziazione
    • Principi relativi alle dinamiche socio-relazionali, caratteristiche nei gruppi in apprendimento in contesti di lavoro
    • Processi di facilitazione e apprendimento organizzativo nei luoghi di lavoro
    • Processi di facilitazione in contesti di gruppo e comunitari
    • Tipologie di apprendimento infra-organizzativo: trasmissione dei saperi nella relazione docente-discente; trasmissione dei saperi fra pari; aspetti dello sviluppo organizzativo e del change management
    • Accompagnamento alla costruzione della comunità educante
    • Aspetti teorici relativi ai processi cognitivi e di apprendimento degli adulti (intelligenze multiple; intelligenza emotiva; pensiero lineare, pensiero laterale e creatività come leve per l'apprendimento; processi di attenzione e memorizzazione negli adul
    • Elementi fondamentali del gruppo: clima, ruoli, leadership, coesione, partecipazione, difese e conflitti
    • Formazione e processi interculturali
    • La formazione delle fasce vulnerabili della popolazione
    • Modelli e metodologie di facilitazione dei gruppi: il facilitatore come catalizzatore, mediatore, agente di aiuto, motivatore, connettore …
    • Principi di psicologia dei gruppi
    • Principi relativi alle dinamiche socio-relazionali, caratteristiche nei gruppi in apprendimento
    • Teorie e tecniche di gestione della comunicazione e della relazione, a supporto dei processi di apprendimento
    • Tipologie di ambienti di apprendimento: in presenza (indoor/outdoor), online sincrono, online asincrono, studio autonomo, in azienda, di comunità, percorsi in carcere, …
    • Tipologie di gruppo: gruppo omogeneo/gruppo eterogeneo rispetto a età, sesso, nazionalità, abilità psico-fisiche, vulnerabilità varie
    • Domanda di apprendimento e processo didattico (il patto formativo, l'allestimento del setting …)
    • Fasi e caratteristiche del processo formativo di aula
    • L'approccio e le metodologie della formazione riflessiva
    • La costruzione della lezione: processo induttivo, deduttivo, abduttivo
    • Le diverse figure del processo di apprendimento (differenza tra formazione, facilitazione e tutoraggio)
    • Presupposti teorici delle metodologie attive in formazione
    • Riconoscimento dei crediti; validazione e certificazione delle competenze
    • Struttura e sviluppo dell'attività di docenza: l'apertura, la conduzione delle attività, la gestione del tempo, il debriefing, ecc.
    • Tecniche di apprendimento: formazione riflessiva, giochi d'aula e strumenti di attivazione dell'aula, uso della metafora e della narrazione nei processi di apprendimento, brainstorming, analisi di caso, role-playing, esercitazioni didattiche, uso del cine
    • Teorie e tecniche di gestione della comunicazione e della relazione, a supporto dei processi di apprendimento
    • Teorie e tecniche motivazionali a sostegno dei processi di apprendimento
    • Tipologie di prove di valutazione dell'apprendimento per competenze
    • Valorizzazione degli apprendimenti pregressi, come crediti formativi ed individualizzazione dei percorsi
    • Valutazione ed autovalutazione degli apprendimenti
    • Aspetti teorici dei processi cognitivi e di apprendimento in ambienti digitali
    • Dimensione delle aule virtuali sincrone e problematiche di gestione dei processi di apprendimento
    • Elementi di diritto in materia di licenze d'uso
    • Elementi di legislazione in materia di sicurezza dei dati personali (Regolamento (UE) 2016/679 e s.m.i.). Principi di "privacy by design e by default"
    • Il digital divide ed i suoi impatti sull'apprendimento
    • Integrazione fra e-learning e smart working
    • Le skill necessarie per fruire efficacemente della formazione a distanza: competenze per la cittadinanza digitale, e-leadership, digital skills
    • Metodi e strumenti di valutazione degli apprendimenti maturati a distanza
    • Principali tecnologie a supporto dell'apprendimento a distanza. Requisiti minimi delle piattaforme
    • Riferimenti di norma/prassi, per gestione delle modalità di accesso, verifica delle presenze, gestione degli interventi dei discenti, svolgimento delle verifiche di apprendimento, valutazione, gestione dei materiali didattici, tracciamento e attestazione
    • Strumenti per la creazione di contenuti digitali e di materiale didattico, sulle principali piattaforme di e-learning e di apprendimento collaborativo online (social learning)
    • Tecniche visuali e partecipative per aule digitali
    • Teoria e tecnica della comunicazione e negoziazione per aule digitali
    • Tipologie di modalità di apprendimento in ambienti digitali (autoapprendimento asincrono self-paced, apprendimento sincrono, apprendimento blended, ...)
    UNITÀ DI COMPETENZE - Analisi dei fabbisogni di apprendimento e progettazione formativa per competenze
    CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI)
    • Agire e programmare strategie efficaci, per sollecitare i processi di apprendimento
    • Analizzare il contesto socioeconomico di riferimento, avviando e gestendo rapporti con le istituzioni locali e non (es. imprese, reti di scuole, università, associazioni del territorio, agenzie formative ecc.)
    • Analizzare le caratteristiche di conoscenza e di apprendimento di sistemi organizzativi e persone interessate dai potenziali interventi
    • Assumere la convergenza tra le richieste del sistema cliente o della committenza istituzionale e sociale ed i requisiti qualitativi, economici ed organizzativi del progetto di apprendimento
    • Darsi obiettivi congrui in termini di apprendimento
    • Definire metodi e strumenti di valutazione dei percorsi
    • Derivare elementi progettuali funzionali ai fabbisogni rilevati, in termini di obiettivi, risultati dell’apprendimento, contenuti, metodologie e architettura del percorso di apprendimento
    • Identificare gli elementi di analisi dei fabbisogni rilevanti, ai fini della progettazione di contesti di facilitazione dell’apprendimento e di formazione
    • Integrare il riconoscimento dei crediti e la validazione delle competenze
    • Progettare i percorsi per competenze ed unità di risultati di apprendimento a natura capitalizzabile
     
    INDICATORI VALUTAZIONE
    • Sulla base di indicazioni relative a tipologie di contesti, problematiche professionali e/o organizzative e destinatari, impostare il processo di analisi di dettaglio dei fabbisogni di apprendimento, esprimendo gli obiettivi in termini di competenze/valori e definendo motivatamente, per i fabbisogni postulati, le caratteristiche di massima dei processi di apprendimento/formativi
    RISULTATO ATTESO VALUTAZIONE
    Progettare, sulla base dell’analisi del contesto e delle caratteristiche dei destinatari, interventi di apprendimento, assumendo i riferimenti delle competenze, dello sviluppo individuale e collettivo, della gestione della conoscenza e del cambiamento organizzativo
     
    MODALITÀ DI VALUTAZIONE DELLE UNITÀ DI COMPETENZA
    Audizione, colloquio tecnico e/o prova prestazionale
     
    UNITÀ DI COMPETENZE - Attivazione, facilitazione e conduzione di processi di apprendimento in contesto organizzativo
    CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI)
    • Accompagnare gruppi di apprendimento in situazioni conflittuali
    • Coordinare ed integrare gli interventi di facilitazione dell'apprendimento, con gli obiettivi strategici dell'organizzazione e gli altri processi di sviluppo e cambiamento
    • Definire risultati dell'apprendimento, individuali e collettivi
    • Facilitare processi negoziali nell'organizzazione
    • Gestire la diversità, all'interno di comunità di apprendimento
    • Monitorare e valutare gli apprendimenti maturati, a livello individuale e collettivo, attraverso somministrazione di strumenti di rilevazione, analisi e restituzione dei risultati
    • Programmare, agire e monitorare strategie efficaci per sollecitare i processi di apprendimento
    • Stimolare e motivare all'apprendimento, gruppi di adulti, attraverso pratiche e tecniche innovative
    • Utilizzare il dialogo maieutico
    • Valorizzare i processi di ideazione e pensiero laterale
     
    INDICATORI VALUTAZIONE
    • Sulla base di indicazioni relative a tipologie di obiettivi, contesti, fabbisogni professionali ed organizzativi, destinatari e logiche di intervento, impostare le modalità di azione, individuando motivatamente gli attori con cui interagire, le tecniche ed i comportamenti coerenti, i principali rischi/criticità attesi, gli strumenti di monitoraggio e valutazione dei risultati
    RISULTATO ATTESO VALUTAZIONE
    Realizzare interventi di attivazione, facilitazione e valutazione di processi di apprendimento in contesto organizzativo , a supporto della trasmissione delle competenze professionali, dello sviluppo e del cambiamento organizzativo
     
    MODALITÀ DI VALUTAZIONE DELLE UNITÀ DI COMPETENZA
    Audizione, colloquio tecnico e/o prova prestazionale
     
    UNITÀ DI COMPETENZE - Attivazione, facilitazione e conduzione di processi di apprendimento in gruppi
    CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI)
    • Animare i processi di apprendimento, utilizzando le metodologie di socializzazione e di sviluppo del clima di gruppo
    • Cogliere le principali dinamiche relazionali espresse dal gruppo
    • Costruire una facilitazione efficace nei diversi ambienti di apprendimento
    • Gestire il gruppo, promuovendo l’apprendimento collaborativo
    • Mettere in atto processi di empowerment di gruppo
    • Monitorare il processo e valutare gli apprendimenti maturati a livello individuale ed interpretare le dinamiche di gruppo, attraverso somministrazione di strumenti di rilevazione, analisi e restituzione dei risultati
    • Rilevare eventuali criticità, nelle dinamiche relazionali nel processo di apprendimento
    • Utilizzare le tecniche di facilitazione dei gruppi
     
    INDICATORI VALUTAZIONE
    • Sulla base di indicazioni relative a tipologie di obiettivi, destinatari, composizione di gruppi e logiche di intervento, impostare le modalità di azione, individuando motivatamente le tecniche, i comportamenti coerenti, i principali rischi/criticità attesi, le tecniche di intervento e gli strumenti di monitoraggio e valutazione dei risultati
    RISULTATO ATTESO VALUTAZIONE
    Realizzare interventi di attivazione, facilitazione e valutazione di processi di apprendimento in gruppi, agendo il ruolo in coerenza con le caratteristiche di obiettivi, partecipanti, dinamiche relazionali e contesti
     
    MODALITÀ DI VALUTAZIONE DELLE UNITÀ DI COMPETENZA
    Audizione, colloquio tecnico e/o prova prestazionale
     
    UNITÀ DI COMPETENZE - Attivazione, facilitazione e conduzione di processi di apprendimento in contesto d'aula
    CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI)
    • Adattare le esercitazioni, condurre l’attività, svolgere la revisione critica dell’attività, ecc.
    • Comunicare in modo efficace con i partecipanti
    • Condurre docenze, predisponendo il setting d'aula e progettando il materiale didattico da utilizzare
    • Costruire e applicare strumenti di valutazione degli apprendimenti in itinere ed ex-post
    • Definire l'impianto metodologico del sistema di valutazione del percorso formativo (valutazione formativa e valutazione sommativa) ed applicarlo, elaborando le informazioni acquisite e curando la restituzione degli esiti
    • Ideare supporti didattici e strumenti, funzionali alla migliore stimolazione dell’apprendimento ed alla valutazione dello stesso, ex ante, in itinere ed al termine dell’intervento (feedback e follow-up)
    • Identificare le informazioni relative al contesto ed ai partecipanti, rilevanti ai fini della progettazione individualizzata e della programmazione didattica
    • Interloquire con le professionalità in grado di valutare e riconoscere eventuali crediti formativi
    • Parlare in pubblico e comunicare in modo efficace con i discenti
    • Predisporre il patto formativo con i destinatari, identificando motivazioni e aspettative personali nei confronti del percorso formativo
    • Predisporre setting formativi appropriati alle diverse tipologie di partecipanti
    • Selezionare le metodologie e gli strumenti didattici appropriati ai diversi contesti di apprendimento
    • Utilizzare tecniche che valorizzano e motivano i discenti
     
    INDICATORI VALUTAZIONE
    • Sulla base di indicazioni relative a tipologie di obiettivi e destinatari, impostare le modalità di azione, individuando motivatamente le tecniche, i comportamenti coerenti, i principali rischi/criticità attesi, le tecniche di intervento e gli strumenti di monitoraggio e valutazione dei risultati
    RISULTATO ATTESO VALUTAZIONE
    Realizzare interventi di formazione in aula, gestendo il processo di presa in carico ed attivazione dei partecipanti, predisponendo i materiali didattici, erogando docenze attraverso scelta ed applicazione di metodologie didattiche e valutando gli esiti di apprendimento
     
    MODALITÀ DI VALUTAZIONE DELLE UNITÀ DI COMPETENZA
    Audizione, colloquio tecnico e/o prova prestazionale
     
    UNITÀ DI COMPETENZE - Erogazione di attività di apprendimento a distanza, in ambiente digitale (e - learning)
    CAPACITÀ (ESSERE IN GRADO DI)
    • Dare supporto informativo, tecnologico ed organizzativo ai docenti ed ai partecipanti delle attività di e-learning
    • Definire la scansione temporale di erogazione dei corsi e supportare le sessioni di lavoro on line
    • Garantire il rispetto del Regolamento (UE) 2016/679, delle licenze d’uso, del diritto d’autore e netiquette vigenti nella rete
    • Gestire i processi relazionali e di comunicazione, stimolando la motivazione, il lavoro di gruppo, la creatività e la riflessione
    • Impostare, svolgere e restituire gli esiti dell’attività valutativa degli apprendimenti, supportando i docenti nella predisposizione e nella somministrazione dei relativi strumenti
    • Operare in e-learning, in modalità sincrona e asincrona
    • Progettare e realizzare interventi formativi, avvalendosi delle principali piattaforme di social learning
    • Svolgere attività di monitoraggio e rilevazione dei percepiti dei partecipanti
    • Utilizzare tecniche della comunicazione visuale partecipativa e collaborativa, predisponendo gli adeguati materiali didattici e supportandone la produzione da parte degli altri docenti
     
    INDICATORI VALUTAZIONE
    • Sulla base di indicazioni relative a tipologie di obiettivi e destinatari, impostare le modalità di azione, individuando motivatamente la logica didattica, le tecnologie digitali, i comportamenti di erogazione coerenti, i principali rischi/criticità attesi, le tecniche e gli strumenti di intervento, monitoraggio e valutazione dei risultati
    RISULTATO ATTESO VALUTAZIONE
    Realizzare interventi di formazione a distanza, sincrona ed asincrona, attraverso tecnologie digitali, gestendo il processo di presa in carico ed attivazione dei partecipanti, predisponendo i materiali didattici, erogando docenze, attraverso la scelta e l’applicazione di metodologie didattiche e valutando gli esiti di apprendimento
     
    MODALITÀ DI VALUTAZIONE DELLE UNITÀ DI COMPETENZA
    Audizione, colloquio tecnico e/o prova prestazionale
     
  • File allegati:

I nostri portali di utilità

collegamento al sito salutelazio.it

Portale del sistema sanitario regionale

collegamento al sito visitlazio.com

Visitlazio.com - Portale del turismo

collegamento al sito parchilazio.it

Il portale delle Aree Protette del Lazio

Agenzia Regionale Protezione Civile

Il portale dell'Agenzia Regionale Protezione Civile

collegamento al sito lazioeuropa.it

Il portale dei finanziamenti regionali ed europei

Geoportale: Sistema Informativo Territoriale Regionale

Sistema Informativo Territoriale Regionale