NUR 06 99 500

Seguici su:

NUR - Numero Unico Regionale 06 99 500

Cerca

Laziali Emigrati all'estero

Il fenomeno dell’emigrazione nella Regione Lazio riveste particolare rilevanza per la memoria storica e per il contesto sociale laziale, in ragione del rilevante numero di corregionali attualmente residenti all’estero e per il legame che molti di essi hanno mantenuto con la propria cultura di origine.

La Regione Lazio, con legge regionale 31 luglio 2003, n. 23 “Interventi in favore dei laziali emigrati all’estero e dei loro familiari”, persegue l’obiettivo di sostenere e rafforzare l’identità culturale degli emigrati e rinsaldare il legame con la terra d’origine, anche attraverso le Associazioni che rivestono un ruolo fondamentale e rappresentano il collegamento tra la Regione stessa ed il mondo degli emigrati.
La Regione si fa carico, in particolare, di chi, trovandosi in precarie condizioni economiche, rientra definitivamente in Italia e decide di fissare la propria residenza in un comune del Lazio.
Gli interventi che la Regione finanzia, realizzati dalle amministrazioni comunali e rivolti a garantire servizi primari di carattere assistenziale, per l’emigrato laziale e per il suo nucleo familiare, nel momento del rientro, sono i seguenti:

1. Contributi di prima assistenza al rientro, spese di viaggio e trasporto masserizie

Il contributo è a sostegno degli emigrati che rientrano definitivamente in Italia ed eleggono la propria residenza in un Comune del Lazio.  
Per la concessione del contributo costituisce titolo di preferenza la documentazione attestante lo stato di bisogno o le disagiate condizioni economiche del richiedente.

2. Contributi per l’avvio di attività produttive

Il contributo per l’avvio d’attività produttive: singole, associate o cooperativistiche nei settori dell’artigianato, dell’agricoltura, del commercio, del turismo e della pesca è corrisposto nella fattispecie di “una tantum”.
Per la concessione del contributo costituisce titolo di preferenza la documentazione attestante lo stato di bisogno o le disagiate condizioni economiche del richiedente.

3. Interventi per il reinserimento scolastico

Si tratta di contributi finalizzati a facilitare l’inserimento scolastico e finanziamenti di corsi individuali o collettivi finalizzati all’integrazione culturale e linguistica dei figli degli emigrati rimpatriati, organizzati dalle scuole dell’obbligo o secondarie.

4. Contributi per traslazione salme

Il contributo è finalizzato al rimborso delle spese sostenute per la traslazione delle salme, di emigrati laziali deceduti all’estero, nei Comuni del territorio regionale.
Per la concessione del contributo costituisce titolo di preferenza la documentazione attestante lo stato di bisogno o le disagiate condizioni economiche del richiedente.

5. Contributi per pagamento di interessi su mutui per acquisto-costruzione o ristrutturazione di alloggi

Il contributo è concesso, “una tantum”, allo scopo di agevolare le difficoltà abitative, incontrate dagli emigrati al momento del rimpatrio, per la contrazione di mutui per l’acquisto, la costruzione o la ristrutturazione di immobili destinati a civile abitazione o con destinazione da mutare in tal senso, situati nel territorio della Regione, con esclusione dei capoluoghi di Provincia.
Per la concessione del contributo costituisce titolo di preferenza la documentazione attestante lo stato di bisogno o le disagiate condizioni economiche del richiedente.

6. Contributi per il raggiungimento dei minimi pensionistici

Il contributo, nella misura di “una tantum”, è finalizzato al raggiungimento del minimo contributivo previsto dalla normativa in materia per ottenere il pensionamento dall’Inps, lo stesso è finalizzato al riscatto dei periodi di lavoro svolto in paesi non convenzionati con l’Italia.
I criteri e le modalità attuative dei predetti interventi sono contenuti nella Deliberazione di Giunta Regionale n. 60 del 6 febbraio 2007.
La Regione, inoltre, ai sensi di quanto stabilito dalla legge regionale 16 febbraio 1990, n. 12 “Provvidenze per la partecipazione degli emigrati alle consultazioni elettorali regionali ed amministrative”, garantisce a tutti i cittadini emigrati all’estero la tutela del diritto di partecipazione alle consultazioni elettorali regionali ed amministrative, consentendo l’esercizio reale del diritto-dovere di voto, per la determinazione della politica regionale e locale, erogando, tramite i Comuni, una indennità a coloro che rientrano per esercitare il diritto di voto.

Normativa

Informazioni e contatti

Area Politiche di integrazione sociale e tutela delle minoranze

PEC: politichedintegrazione-tutelaminoranze@regione.lazio.legalmail.it

I nostri portali di utilità

collegamento al sito salutelazio.it

Portale del sistema sanitario regionale

collegamento al sito visitlazio.com

Visitlazio.com - Portale del turismo

collegamento al sito parchilazio.it

Portale delle aree naturali protette del Lazio

Agenzia Regionale Protezione Civile

Il portale dell'Agenzia Regionale Protezione Civile

collegamento al sito lazioeuropa.it

Il portale dei finanziamenti regionali ed europei

Geoportale: Sistema Informativo Territoriale Regionale

Sistema Informativo Territoriale Regionale