NUR 06 99 500

Seguici su:

NUR - Numero Unico Regionale 06 99 500

Cerca

Rapporti

Il rapporto “Le nascite nel Lazio - anno 2021” riporta i risultati dell’analisi della popolazione dei nati vivi nel Lazio in base alle caratteristiche materne, neonatali ed assistenziali e contiene una sezione dedicata all’emergenza pandemica in ambito ostetrico e neonatologico. 

Sintesi dei risultati principali

Nel 2021 i nati vivi nel Lazio sono stati 37.460 (nel 2020 i nati vivi sono stati 37.773). 
Il calo delle nascite è un fenomeno nazionale: i report ISTAT sulla natalità e fecondità della popolazione residente e sugli indicatori demografici evidenziano un nuovo minimo storico della natalità dall’Unità d’Italia - nel 2021 il tasso di natalità in Italia è risultato pari a 6,8 per 1.000 e di 6,5 per mille nel Lazio.

La percentuale di gravidanze plurime è lievemente scesa da 3,3% nel 2020 a 3,1% nel 2021. 
In generale le gravidanze plurime sono collegate all’aumentata età materna al parto ed al miglioramento delle tecniche di procreazione medicalmente assistita.

L’assistenza ostetrica e neonatale è stata erogata nel 2021 da 33 Istituti di cui 4 privati non accreditati; 4 accreditati e 25 fra pubbliche, classificate e Aziende Ospedaliere e Universitarie. 
Le maternità con un volume di attività ostetrica inferiore a 500 parti/anno sono 11, comprensive delle strutture completamente private, mentre 7 superano la soglia dei 1500 nati l’anno.

Il 37,6% dei nati vivi singoli è stato assistito al parto con taglio cesareo. Tale dato si discosta fortemente rispetto ai risultati attesi dal DM/70 del 2015. Si conferma un aumento del ricorso al cesareo all’aumentare dell’età materna al parto. La quota di primi cesarei è del 28,1% nel 2020 e 28,4% nel 2021; tali valori sono lievemente inferiori rispetto al 2018 (29,8%). 

Il contributo alla natalità da parte delle donne straniere si è stabilizzato negli ultimi anni. 
Era il 4,3% nel 1990 ed è il 25% nel 2017; negli anni successivi si registra una diminuzione del fenomeno e nel 2021 la percentuale è del 21,8%.

Nel 2021 i nati vivi da donne in gravidanza positive al Covid-19 transitate in un reparto “COVID” e/o con diagnosi principale/secondaria come da DM 28 ottobre 2020 sono stati 347, pari allo 0,9% del totale delle nascite regionali. Oltre l’80%, sono nati in punti nascita identificati come Centri di Riferimento regionali per la gestione della gravidanza, parto e nascita per le donne a rischio con sintomi simil‐influenzali e/o respiratori o SARS‐CoV‐2 positive.

Per maggiori approfondimenti consultare il testo integrale del rapporto: Le nascite nel Lazio. Anno 2021

 

La Regione Lazio, attraverso il Sistema Informativo Ospedaliero (SIO),  raccoglie in maniera sistematica i dati sulle interruzioni volontarie di gravidanza (IVG) ospedaliere con la realizzazione di un rapporto annuale che illustra, con tabelle e grafici, le caratteristiche delle donne, in termini socio-anagrafici e di storia riproduttiva, e dell’intervento in termini di urgenza, luogo della certificazione, età gestazionale, giorni di attesa, tipologia dell’istituto di effettuazione dell’intervento, anestesia e tecnica utilizzata.

Il rapporto in breve 

Nel 2022 sono state notificate 7.172 IVG effettuate in ambito ospedaliero e 262 effettuate presso ambulatori/consultori per un totale di 7.434. Il tasso di abortività, in forte diminuzione a partire dall’anno 2004 e sostanzialmente stabile nell’ultimo triennio, è stato pari a 5,7 per 1.000 donne 15-49 anni. Nel 2022 il 66% delle IVG (ospedaliere ed extra-ospedaliere) è stato effettuato entro l’ottava settimana di gestazione. Come osservato negli ultimi anni, migliora ancora il tempo di attesa tra la data di certificazione e la data di effettuazione dell’IVG, con l’85% delle interruzioni effettuate entro due settimane dalla certificazione (nel 2016 rappresentavano il 64,3%). Il 54,3% delle interruzioni ospedaliere è stato effettuato con metodo farmacologico a cui si aggiungono tutte le interruzioni svolte in regime ambulatoriale per raggiungere una percentuale pari al 56,8%.

Per maggiori approfondimenti consultare il testo integrale del rapporto: Le interruzioni volontarie di gravidanza – Lazio – anno 2022

I nostri portali di utilità

Salute Lazio

Portale del sistema sanitario regionale

Agenzia Regionale Protezione Civile

Il portale dell'Agenzia Regionale Protezione Civile

Lazio Europa

Il portale dei finanziamenti regionali ed europei

Visit Lazio

Visitlazio.com - Portale del turismo

Parchi Lazio

Portale delle aree naturali protette del Lazio

Agenzia Regionale per lo  Sviluppo e l'Innovazione dell'Agricoltura del Lazio

Agenzia Regionale Sviluppo Innovazione Agricoltura Lazio

Sistema Informativo Territoriale Regionale

Sistema Informativo Territoriale Regionale

Generazioni Giovani

Opportunità ed iniziative per i giovani

Statistica Lazio

Il portale della statistica della Regione Lazio